Smettere di russare? Per molti è una vera e propria ossessione, soprattutto quando il problema va a rovinare la vita di coppia. Oggi grazie all'intervento con il laser (Laup) è possibile risolvere questo problema

Smettere di russare? Per molti è una vera e propria ossessione, soprattutto quando il problema va a rovinare la vita di coppia. I rimedi migliori per il russamento notturno sono, sostanzialmente, due: il primo è perdere peso. La maggior parte dei pazienti che soffrono di questo problema sono infatti in sovrappeso e un regime dietetico può migliorare molto la qualità del sonno. L'altro rimedio è quello chirurgico: una palatoplastica che permetta di riprofilare il palato facendo circolare meglio l'aria.

Perché si russa

Nella maggior parte dei casi si russa a causa della forma anomala del palato che prende il nome di prolasso del palato molle. L'aria quando si è in queste condizioni non riesce a spostarsi liberamente attraverso il naso e la gola causa una vibrazione che a sua volta provoca il rumore tipico del russare. Il palato appare alterato con un allungamento e ispessimento dell'ugola che porta ad un'accentuazione degli archi che formano la cavità orale. Il palato molle può essere allungato o ispessito a causa di una infiammazione. Guarita questa è probabile che scompaia anche il russamento.

Allo stesso modo, il russamento potrebbe essere dovuto ad una cattiva circolazione dell'aria dovuta ad una malattia collegata alla respirazione nasale, ad esempio polipi nasali, ipertrofia dei turbinati, sinusite cronica.

Quando il russamento diventa cronico

Se invece il russamento diventa cronico è probabile che ciò sia dovuto ad una malformazione del palato. Se si è in questa situazione, bisogna evitare di passare alla complicanza più preoccupante: quella delle apnee notturne. L'apnea notturna – o sindrome dell'apnea ostruttiva del sonno (osas) – impedisce completamente all'aria di passare, causando microrisvegli che comportano sonnolenze diurne e che possono trasformarsi in insonnie, con conseguenze importantissime sulla qualità della vita.

Spesso il paziente che si reca i ambulatorio dallo specialista otorinolaringoiatra spiegandogli dormire male da tempo, con difficoltà ad alzarsi dal letto la mattina. Molte persone riferiscono depressione, sonnolenza nelle ore pomeridiane o durante le riunioni di lavoro. Il medico indaga anche alcuni fattori fisici come la circonferenza del collo, lo sviluppo della faringe, l'accentuazione dell'arco del palato, l'ingrossamento e l'arrossimento di vari organi di bocca e gola. È importante non sottovalutare mai un russamento eccessivo. La visita può comprendere anche una videoendoscopia del naso e della gola e – se necessario – anche una polisonnografia notturna domiciliare, come prevede l'approccio diagnostico più moderno.

 

L'intervento laser per smettere di russare

Non sempre cambiare dimagrire è un rimedio utile per smettere di russare ed è necessario riprofilare il palato. Per evitare gli invasivi interventi in anestesia generale e con il bisturi, il medico potrebbe consigliare un intervento in ambulatorio utilizzando l'innovativa tecnica della palatoplastica assistita (Laup).

L'intervento avviene in anestesia locale e la procedura di riduzione della lunghezza e dello spessore della mucosa del palato e dell'ugola viene fatta tramite un dispositivo laser (CO2 ultrapulsato). Il terminale è sottilissimo e puntiforme, il medico opera così con la massima precisione e sterilità, dato che nessuno strumento tocca fisicamente la mucosa. Non c'è fuoriuscita di sangue: la mucosa si vaporizza con cicatrizzazione immediata. In totale l'intervento dura 45 minuti e il paziente viene immediatamente dimesso. Nei giorni successivi potrebbe sentire una sensazione di bruciore alla gola, simile a quello di un'influenza, che si risolve spontaneamente e può essere trattato con antidolorifici. La lunghezza del palato in questo modo viene normalizzata eliminando il russamento.

La tecnica è di certo innovativa ma ormai da tempo una certezza dal punto di vista della sicurezza e dell'efficacia. Già nel 1998 uno studio statunitense (vedi bibliografia al punto 2) dimostrava che la tecnica Laup aveva un tasso di successo dell'87 per cento e da allora le procedure sono migliorate ulteriormente. In questo studio 192 pazienti sono stati sottoposti a 227 procedure di palatoplastica laser assistita. Un forte russamento abituale è stato valutato in 42 donne (21,8%) e 150 uomini (78,2%), che sono state poi trattate con questa tecnica. Tra i 192 pazienti (227 procedure), di età compresa tra 18 e 81 anni (media 42,6 anni), il 15,6% (30 pazienti) ha avuto più di un trattamento. Ottanta pazienti (42,1%) soffrivano anche di apnea del sonno. Il trattamento con laser in pazienti con forte russamento ha determinato l'eliminazione del russamento nel 61%, il miglioramento parziale del russamento nel 26% e nessun miglioramento nel 13%. L'indice medio di massa corporea era significativamente più alto nei pazienti senza risposta dopo l'intervento (27,9 kg / m2) rispetto a quello nei pazienti con una buona risposta (25,9 kg / m2). I pazienti obesi (indice di massa corporea> 30 kg / m2) avevano una maggiore probabilità di non avere risposta al trattamento. Ciò dimostra quanto sia importante associare all'operazione una buona dieta.

 

Bibliografia

  1. Outpatient erbium:YAG (2940 nm) laser treatment for snoring: a prospective study on 40 patients. Storchi IF., Parker S., Bovis F., Benedicenti S., Amaroli A. 2018

  2. Carbon dioxide laser surgery for snoring: results in 192 patients. Cheng DS., Weng JC, Yang PW, Cheng LH. 1998