Testosterone: difficile trovarlo nelle farmacie italiane

Dr. Giovanni BerettaData pubblicazione: 11 aprile 2019

 

Testosterone: difficile oggi trovarlo in farmacia.

Questo è l’allarme che viene in questi giorni lanciato dagli endocrinologi e dagli andrologi italiani e anche sul nostro sito diversi lettori, che hanno necessità di questa terapia sostitutiva, hanno segnalato questa difficoltà, che perdura da alcuni mesi, e quindi risulta difficile reperire tutti i farmaci a base di androgeni o derivati del testosterone.

     

Anche l'Associazione Medici Endocrinologi (AME) ha segnalato quest’"emergenza testosterone"; in questo modo si rischia di compromettere la continuità terapeutica, cioè la cura, dei pazienti che hanno bisogno di tali prodotti; questi sono farmaci che sono già di difficile prescrizione perché giustamente questo atto medico è riservato ad endocrinologi, andrologici, urologi e ginecologi ma l'ulteriore difficoltà di trovare il prodotto in farmacia porta a carichi di gestione aggiuntivi per tutti questi operatori sanitari.

 

      

 

Su tutto il territorio nazionale è segnalata, in quasi tutte le farmacie, la non disponibilità o l’assenza di farmaci come il Nebid, il Sustanon, il Testim, il Testogel, il Tostrex gel e il Testoviron.

Purtroppo non si capiscono e non si conoscono i reali motivi e le vere cause, forse economiche, che hanno determinato questo problema e qui è bene che anche l'Agenzia italiana del farmaco (AIFA) intervenga a chiarire la questione e a rendere ancora disponibili questi prodotti in tutte le farmacie italiane.

Tali strategie terapeutiche sono molto importanti nel risolvere tutte le condizioni di ipogonadismo maschile che è una situazione patologica dove si ha un funzionamento non adeguato dei testicoli e questo determina una non adeguata presenza di testosterone nel sangue e quindi, oltre ai problemi nella formazione di spermatozoi capaci di fertilizzare un ovocita. anche osteoporosi, senso di fatica, caduta del desiderio e disturbi dell’erezione.

 

     

 

Questa situazione clinica interesserebbe circa il 6% della popolazione di cui l’1% in forma grave; ancora l’uso di androgeni è poi indicato come terapia anche nelle persone con disforia di genere.

 

Altre informazioni:

https://www.medicitalia.it/news/andrologia/7746-testosterone-utile-nell-ipogonadismo.html

https://www.medicitalia.it/blog/andrologia/1117-andropausa-testosterone-terapia-anti-eta.html

 

Autore

giovanniberetta
Dr. Giovanni Beretta Andrologo, Urologo, Patologo della riproduzione, Sessuologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1977 presso Università di Milano.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Firenze tesserino n° 12069.

9 commenti

#1
Utente 542XXX
Utente 542XXX

Buongiorno dottore, a seguito di un seminoma sono in terapia testosteroneca ed effettivamente ho riscontrato problemi nel approvvigionamento dei farmaci.
Io mi curo con il nebid che è a mio modo di vedere un ottimo farmaco.
Fortunatamente vivendo al confine con la Svizzera riesco a trovarlo oltre confine però in Italia effettivamente è dura

#2
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Speriamo che la situazione cambi e che l’AIFA intervenga a correggere questa anomalia .

#3
Utente 542XXX
Utente 542XXX

Ce lo auguriamo , voi che avete voce in capitolo cercate di sensibilizzare sull'argomento le case farmaceutiche

#4
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Certamente ed anche questa news è un tentativo "di sensibilizzare sull'argomento le case farmaceutiche .

#5
Utente 565XXX
Utente 565XXX

Signori Dottori, buonasera.
Vi prego, fate qualcosa per la reperibilità del Tostrex in farmacia, perchè ad oggi, non se ne trova più. Ho telefonato a più farmacie nel mio circondario(Ostia) e a Roma, ma non è reperibile, così come il Testogel. Premetto che ho il piano terapeutico per ipogonadismo, e ne ho assolutamente bisogno. Per adesso, pare che dovrò ripiegare sul Sustanon, che è a pagamento. Cosa sta succedendo? Aiutateci. Grazie.

#6
Dr. Giovanni Beretta
Dr. Giovanni Beretta

Situazione "farmacologica" ancora complessa e confusa; tutto il possibile si sta cercando di fare per risolvere questa non positiva faccenda.

#7
Utente 565XXX
Utente 565XXX

Grazie, Dr Beretta. Non demorda, per piacere. Mi rivolgerò anche a "Altroconsumo"
Mi piacerebbe capire quale meccanismo cinico e infingardo c'è dietro. Alla fine, ci rimette sempre il "popolo".

#8
Utente 596XXX
Utente 596XXX

Buongiorno, ho trovato il testoviron in Svizzera, posso andare a comprarlo regolarmente? Avrò dei problemi in dogana? A chi mi posso rivolgere per avere una autorizzazione al viaggio in questo momento difficile?
Grazie anticipatamente a chi potrà aiutarmi.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.