Coppetta mestruale: scelta sostenibile poco conosciuta

Dr.ssa Lucia VecoliData pubblicazione: 08 settembre 2019Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2019

La coppetta mestruale è un dispositivo in silicone a forma di coppa che, inserito nella vagina, serve a raccogliere il sangue mestruale fino a 38 ml e può essere vuotato ogni 4-12 ore. Una scelta sostenibile se si considera che la coppetta, se ben conservata, può durare fino a 10 anni.

Lo studio che scioglie i dubbi sulla coppetta

Recentemente è stata pubblicata sul Lacet una interessante metanalisi a livello internazionale sull'uso di tale dispositivo. 

La ricerca ha preso in considerazione 3319 partecipanti di varie età, paesi e gruppi sociali, attraverso 43 studi internazionali.

Sono stati presi in esame vari aspetti correlati all'uso della coppetta e questi sono i risultati.

Perdita della coppetta

È un evento raro, più o meno simile nei vari studi, rispetto ad assorbenti e tamponi: tale evenienza si è verificata in caso di menorragia, mal posizionamento della coppetta, dimensioni troppo piccole della stessa o anomalie a livello dell'apparato genitale.

Rischio infettivo

Si è rivelato piuttosto basso, tranne qualche caso di irritazione vaginale. La Sindrome da Shock tossico si è verificata in 5 casi quindi è rara, però occorrono ulteriori studi per confrontarla con quello di assorbenti e tamponi.

Difficoltà di rimozione

Si è verificata in 49 casi, con necessità di assistenza medica.

Coppetta mestruale

Soddisfazione nell'uso della coppetta

Circa il 3% delle partecipanti ha dichiarato di essere incapace di utilizzare la coppetta e l'11% ha smesso di utilizzarla. Un quinto delle donne ha dichiarato di aver provato disagio nel periodo iniziale di utilizzo.

Costo e sostenibilità

Rispetto ad assorbenti e tamponi, nei 10 anni di utilizzo la coppetta non ha concorrenza sia in termini di spesa per la singola donna, sia in termini di smaltimento e di impatto ambientale.

Visibilità

La coppetta è molto meno reclamizzata sui mezzi di informazione rispetto ad assorbenti e tamponi, per cui molte donne non la conoscono. Solo il 30% dei siti web che parlano di ciclo mestruale la menzionano.

Sostenibilità, ma scarsa promozione

Per concludere, sebbene siano auspicabili ulteriori studi, quello che è emerso da questa ricerca su larga scala è che la coppetta mestruale è sicura per la salute della donna e ha costi competitivi, rispetto ad assorbenti e tamponi vaginali, sia per la singola donna che per la comunità.

È tuttavia necessario, per facilitare la scelta della coppetta ed evitarne i frequenti abbandoni in fase iniziale di utilizzo, promuovere dei programmi di educazione sanitaria che insegnino a gestire tale dispositivo.

Autore

luciavecoli
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo

Laureata in Medicina e Chirurgia nel 1980 presso Università. Di Pisa.
Iscritta all'Ordine dei Medici di Lucca tesserino n° 1235.

2 commenti

#1
Utente 562XXX
Utente 562XXX

Buongiorno, utilizzo la coppetta mestruale da qualche mese.
Confermo che inizialmente ho avuto difficoltà nell'utilizzarla perché non è semplice metterla e toglierla, ma una volta capito il sistema è molto semplice, bisogna solo abituarsi.
A parer mio è molto comoda e non mi ha mai provocato irritazioni o malessere mentre con i tamponi a volte sentivo bruciore e fastidio.
Ad oggi non utilizzo più nessun tipo di assorbente, solo la coppetta, dato anche il forte impatto ambientale che hanno gli assorbenti usa e getta, continuerò ad usarla!

#2
Utente 500XXX
Utente 500XXX

io purtroppo anni fa la comperai ma sono stata credo uno dei pochi casi che hanno avuto difficoltà nella rimozione, sono riuscita comunque da sola a toglierla ma stando molto male e con grande sforzo poi tremavo ero senza forze e una brutta sensazione di malessere mentre provavo a toglierla che ora non ricordo piú bene e non so descrivere ..nonostante ciò l'avevo riprovata la seconda volta ma stessa cosa bruttissima. Io utilizzavo da decenni tamponi interni in cotone biologico e tutto biodegradabile anche per i pochi esterni che uso di notte tutti biodegradabili

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche mestruazioni 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Ginecologia e ostetricia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Contenuti correlati