Il Bacillo di Calmette e Guerin (BCG) è utile contro il COVID-19?

Questa possibilità ci viene suggerita da alcuni ricercatori europei ed australiani.

Il Bacillo di Calmette e Guerin (BCG) è noto da più di un secolo; fu messo a punto nel lontano1908 da due ricercatori francesi come vaccino capace di contrastare la diffusione della tubercolosi e viene ancora oggi utilizzato con questa indicazione, ma in questi ultimi decenni, è stato rivalutato nel mondo urologico anche come un potente antitumorale capace di sconfiggere eventuali recidive di alcuni tumori vescicali superficiali.

Il BCG è un bacillo vivo ma, grazie alle manipolazioni mirate che subisce, viene attenuato e quindi privato della possibilità di causare una tubercolosi ma è sempre capace di avere una forte capacità nell’attivare il sistema immunitario di una persona a cui è stato somministrato.

 

Il Bacillo di Calmette e Guerin rappresenta ancora oggi il "gold standard" nella prevenzione delle recidive dei tumori vescicali superficiali.

Ora alcuni ricercatori australiani ed europei stanno verificando e testando la capacità del BCG di contrastare la pandemia da COVID-19 soprattutto su due popolazioni ad alto rischio per la viremia, come gli anziani e gli operatori sanitari.

 

La caratteristica principale del nostro vaccino è la sua capacità di aumentare l’attività di quelle difese immunitarie di prima linea, presenti fin dalla nascita e che impediscono ai microrganismi patogeni di entrare ed infettare il nostro organismo.

Altri recenti studi hanno verificato tale azione positiva in alcune infezioni respiratorie che possono colpire sia persone anziane che adolescenti.

I nostri ricercatori comunque non hanno ancora dati sicuri e definitivi sull’utilità della vaccinazione con BCG in presenza di una infezione da Coronavirus ed in particolare da COVID-19.

 

Altra cosa, ancora da ben valutare, è che ci sono in commercio numerosi vaccini BCG con possibilità diverse contro i diversi ceppi di tubercolosi e che non sono stati ancora individuati a tutt’oggi quali di questi abbia più significative e pronte possibilità di aumentare l’attività del nostro sistema immunitario contro il COVID-19.

 

Fonte:

https://www.sciencemag.org/news/2020/03/can-century-old-tb-vaccine-steel-immune-system-against-new-coronavirus

Altre informazioni: