x

x

Paura di non provare più nulla e di buttare tutto ai 4 venti.

Utente 611XXX
Utente 611XXX
Da circa 3 mesi sto con un ragazzo. Sono stati i mesi più belli della mia vita. Con lui ho fatto cose che con altri non ho fatto. È successo tutto veloce. Con lui mi sono sentita veramente felice, serana. Nessuno ha fatto quello che ha fatto lui per me. Soprattutto essendo su una sedia a rotelle pensano che sarei rimasta sola che ero destinata a stare sola. Ma è successo una cosa che mi ha cambiata. Martedì sono entrata in un negozio, ho visto un ragazzo e ho iniziato a sentire qualcosa che di certo per pochi attimi non si può paragonare a un a.m.o.r.e o all'inna.m.o.r. a mento. Ma da li ho iniziato ad avere i primi dubbi se fossi veramente inna.m.o.r.ata di lui. Ma io non voglio lasciarlo anche perché io non vorrei nessuno se non lui. Giovedì ho avuto anche la febbre da infezioni abbastanza forte mettendomi ancora più in crisi. Gli ho parlato anche a lui di tutto questo, di quello che mi sta succedendo, perché il problema sono io non lui. Lui è perfetto. Non potrei chiedere se di meglio. È come l'ho sempre cercato ma non so cosa mi sia successo. Mi sento spenta, con l'umore a terra priva di sentimenti. Come se avessi un blocco che mi impedisse di provare emozioni. Vedo le nostre foto e mi chiedo dove sono ora? Dove mi sono persa?lui nonostante tutto ciò non mi vuole lasciare anche se non riesco a dirgli che lo amo. Mi dice che tutto passerà che dobbiamo avere pazienza. Ma se non fosse così?
Vi chiedo un aiuto perché non voglio perderlo e non voglio gettare tutto quello che abbiamo costruito in questi pochi mesi.
Carl
Carl
L'importante è sentirsi bene con se stessi, come dice il mio astrologo.

Rispondi