Si e' concluso nel tardo pomeriggio di venerdi a Padova il XVIII Congresso Nazionale della SIOL, Societa' Italiana di Oftalmologica Legale, presieduta dal Prof. Demetrio Spinelli di Milano, tenuto nelle giornate di giovedi e venerdi 1 e 2 ottobre.

L'organizzazione è stata curata in loco da: Dott D. Micochero, Dott. A. Galan, Prof. D. Rodriguez.

Gli organizzatori sono stati affiancati dal Prof. Luigi Marino (Milano), dalla segreteria SIOL (Prof. F. Cruciani, Roma) e dal responsabile dei media (Dott. S. Angeletti, Milano).

Le interessanti e spesso poco conosciute problematiche medico legali trattate sia in tema di clinica, chirurgia (refrattiva e non) e farmacologia oculare hanno tenuto i numerosi partecipanti nella sala del congresso sino ad ora tarda.


I lavori sono iniziati giovedi pomeriggio con una sessione sul dry eye e sui disordini della superficie oculare con interessanti interventi di vari importanti relatori tra cui S.Gambaro (Milano), P. Versura (Bologna), E. Miserocchi (Milano), A. Manganotti (Verona), ed una presentazione del Prof. Luigi Marino sul nuovo test del DNA nella sindrome corneale di Avellino e sulle sue implicazioni nella chirurgia, specialmente refrattiva.

Questa sessione è stata affiancata da un corso satellite sulle lenti progressive e seguita da un simposio satellite della SOT (Società di Oftalmologia Triveneta preseieduta dal Dott Alessandro Galan) focalizzato sulla SLOW MEDICINE, cioè sulla necessità di non sprecare risorse invertendo la tendenza dei troppi accertamenti diagnostici effettuati spesso senza un sospetto diagnostico ben preciso, con interventi tra gli altri del Direttore Sanitario della ULSS 16 di Padova Dott. Domenico Scibetta, e del Dott. Alessandro Galan (Primario Oculistica Ospedale S. Antonio di Padova).

Nel tardo pomeriggio si è riunito il direttivo della SIOL presieduto dal Prof. Demetrio Spinelli che ha già fissato per il 29 e 30 settembre 2016 a Firenze il prossimo congresso annuale (save the date!)

Nella giornata di venerdi dopo i saluti delle Autorità intervenute si sono succedute le sessioni di approfondimento, che vertevano sulle problematiche medico legali nella gesione delle sale operatorie (con un intervento di Lisa Micochero, magistrato di Corte d'Appello a Venezia, sulla responsabilità dell'equipe in sala operatoria) e del reparto ospedaliero e sugli aspetti medicolegali della gestione amministrativa.

Poi è stata trattata la cooperazione delle differenti figure professionali in Oftalmologia, l'interpretazione e sulle relative problematiche medicolegali dell'interpretazione dell'imaging in oculistica, ed infine un aspetto molto sentito da tutti i numerosi partecipanti, gli aspetti medicolegali nell'attività quotidiana dell'oculista: sono intervenuti a questo proposito gli avvocati Gianpiero Belloni Peressutti e Lorenzo Locatelli precisando alcuni interessanti aspetti del problema visti dal punto di vista strettamente legale.

Nel tardo pomeriggio, con grande interesse dei numerosi presenti in sala, si sono tenuti due processi simulati su due problematiche molto attuali: i falsi ciechi e un caso di malpractice ambulatoriale.

Numerosi i partecipanti (oltre 150) che hanno seguito e vivacizzato il simposio con interventi e discussioni a volte animate, sempre molto istruttive.

Appuntemento a Firenze nel 2016!