Il termine fobia (dal greco phòbos: paura, panico) viene utilizzato per classificare uno tra i più comuni disturbi psichici che si manifesta con particolari caratteristiche:

  • un'intensa e irragionevole paura sproporzionata rispetto alla reale pericolosità della situazione o dell'oggetto
  • impossibilità di controllare la paura stessa
  • l'evitamento di situazioni che possono provocare angoscia.

 

Le fobie, che rientrano nella categoria dei disturbi di ansia, vengono suddivise in fobie generalizzate (agorafobia - paura degli spazi aperti) e fobie specifiche (aracnofobia - paura dei ragni) e possono riguardare un ampio numero di oggetti o situazioni, anche se le più comuni sono quelle relative al buio, alle malattie, agli animali o alle altezze.

Colpiscono sia uomini che donne anche se in percentuale maggiore gli uomini e nonostante la consapevolezza dell'irrazionalità della paura è sempre difficile se non impossibile gestire il panico. Questa difficoltà, spesso, induce chi è vittima della fobia ad evitare l'oggetto o la situazione che provoca paura innescando un circolo vizioso: l'ansia viene alleviata dall'evitamento rafforzando la percezione che questa strategia sia efficace. In realtà l'evitamento può risultare funzionale solo se non altera la vita di tutti i giorni ma, ad esempio, nel caso dell'agorafobia o della fobia sociale diventa complicato se non impossibile evitare spazi aperti o il contatto con altre persone.

 

Sintomi delle fobie

Tra i sintomi della fobia c'è l'ansia anticipatoria, una paura che nasce ancor prima di venire in contatto con la situazione o l'oggetto. Seguono poi i sintomi tipici di un attacco di panico:

  • tachicardia
  • difficoltà respiratoria, senso di soffocamento
  • terrore intenso
  • senso di oppressione
  • aumento della sudorazione
  • nausea vertigini e svenimenti
  • paura irragionevole

 

Cosa fare?

Trattandosi di disturbi d'ansia, le fobie possono essere "curate" intervenendo su due aspetti: la gestione dell'ansia tramite tecniche di rilassamento/respirazione ed esercizi e l'analisi del vissuto della persona al fine di scoprire per quale motivo si evitano determinate situazioni o oggetti. Le fobie possono essere il risultato di esperienze traumatiche che non tutti ricordano o essere associate in qualche modo a paure e disagi personali.

Chi soffre di fobie troverà nello psicoterapeuta un valido aiuto per entrare in contatto con le proprie paure e imparare a gestire le emozioni nella vita di tutti i giorni.