Utente 253XXX
Buongiorno a tutti
sono un ragazzo di 25 anni, premetto di avere una vita sessuale più che soddisfacente senza prolbelmi ma a volte mi capita la seguente cosa. Durante la masturbazione se effettuata in piedi con pene parallelo al pavimento e cono forte sollecitazione dopo l' erezione si gonfia la pelle che ricopre il glande. Dopo circa 2 orette tutto torna normale. Ripeto capita solo in questa particolare circostanza e in nessun'altra.
Chiedo a voi cosa può essere
In attesa
Distinti Saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Sergio Longhi
24% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Se Le resta un specie di ciambellina sotto il glande con difficoltà a ricoprirlo, si tratta di una parafimosi e dovrebbe consultare un urlogo/andrologo per escludere una modesta fimosi. Se si tratta di una sorta di succulenza della pelle del prepuzio a glande ricoperto, sia più delicato.Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2008
Grazie mille dottore cmq è un gonfiore uniforme che mi permette tranquillamente di coprire il glande
escludo sia una parafimosi.
grazie della sua disponibilita a presto
[#3] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
interpreterei il quadro come una irritazione meccanica del prepuzio, risultante dal vigore della masturbazione. Perchè in quella particolare circostanza (in piedi con pene parallelo al pavimento)? Probabilmente è una posizione che le permette l'agio maggiore ad esercitare il massimo vigore durante la masturbazione. Questo disturbo non le capita ad esempio con la penetrazione vaginale perchè la stessa ha una sollecitazione meccanica inferiore sul prepuzio rispetto alla masturbazione, e per la lubrificazione vaginale.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Dalla descrizione di questo caso, è d'obbligo inserire tra le diagnosi differenziali una linfadenite e soprattutto un'ORTICARIA FISICA DA PRESSIONE: tale condizione è tutt'altro che rara.

E' possibile effettuare dei Tests specifici dal Dermatologo in grado di escludere questa condizione (Test da pressione ad esempio) e nella stessa sede valuare altre condizioni sub-infiammatorie che possono esacerbarsi con un aumento dell'irrorazione sanguigna indotta da traumatismi.
Carissimi Saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#5] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
è chiaro che non si tratta di una "parafimosi" ...altrimenti sarebbe stato costretto a ricorrere al Pronto Soccorso. La parafimosi è una urgenza.
Precisato questo, al di là delle fantasiose possibilità eziopatogenetiche legate alla posizione del pene e del corpo durante la masturbazione, io condivido pienamente quanto sugegrito nella sua risposta dal Colelga LAINO.
Affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#6] dopo  


dal 2008
Grazie mille a tutti per le gentili risposte.
Comunque non si tratta di qualcosa di grave?

Distinti saluti
[#7] dopo  
Dr. Renzo Benaglia
28% attività
4% attualità
8% socialità
ROZZANO (MI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
stia tranquillo, nulla di grave; seguirei comunque i consigli dei Collega Laino e mi rivolgerei ad uno Specialista Dermatologo.

Un cordiale saluto
[#8] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
più che di una patologia grave, credo si tratti di un serio fastido e di un inutile impedimento allo svolgimento di una soddisfacente attività sessuale.
Lo risolva e ne avrà sicuro beneficio.
Afefttuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#9] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sottolineo, come sempre, l'osservazione del Prof. Martino.
Cari Saluti.
[#10] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
concordo con quanto detto dal collega Pescatori
[#11] dopo  


dal 2008
Buonasera
grazie mille a tutti Voi Dottori per le gentili risposte.
Appurato che non si tratta di nulla di grave avrei un'utlimissima richiesta.
Nel caso di orticaria da pressione cosa dovrei fare e sopratutto se si guarisce e in che tempi?

Grazie mille
Distinti Saluti
[#12] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
Le consiglio di discutere di questo aspetto del problema con un Collega Specialista in Dermatologia.
Ancora affettuosi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#13] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
anch'io penso che il suo pronblema non sia "grave" ma che vada comunque attentamente valutato. Il mio parere è molto vicino a quella del collega Pescatori e ,visto che lei è un giovane uomo, la prima persona che le consiglio di contattare , dopo aver ascoltato eventualmente il parere del medico di medicina generale , è un andrologo. Approfitti di questo "disturbo" per conoscere , se non ancora fatto, il suo andrologo di fiducia come le signore alla sua età conoscono già il proprio ginecologo. Sarà l'andrologo ad indicarle eventualmente ,se è il caso e dopo una attenta valutazione clinica diretta del suo problema , una ulteriore consulenza dermatologica.
Un cordiale saluto.
[#14] dopo  


dal 2008
Buongiorno a tutti Voi Dottori,
vi ringrazio per le vostre risposte.
Vi scrivo perchè ho le idee non molto chiare riguardo ad alcuni fatti.

Premetto prima di descrivere i miei dubbi di essere una persona ansiosa e molto nervosa.

Nel mese di agosto 2006 dopo aver trascorso 15 gg infernali al mare visto il grandissimo caldo, l'elevata sudorazione e il non dormire di notte mi sono comparse delle desquamazioni. Pochi giorni dop ho notato delle escrescenze di carne sul glande. Allarmato sia per le macchie sia per tali escrescenze mi sono rivolto ad una dermatolaga la quale mi ha diagnosticato un fungo (pitirasi versicolor) trattato e ora guarito e i condilomi anch'essi trattati e finalemnte guariti.
La dermatologa mi ha detto che l'insorgere di questi problemi poteva essere legato al particolare clima a cui sono stato esposto durante la vacanza come già detto in precedenza.
Premetto che non ho affrontato molto bene questa situazione spaventandomi molto sopratuttoto per i condilomi.

Dopo aver iniziato a trattare tali problemi mi è comparso un corpo estraneo in gola.
Contattato un otorino la sua diagnosi è stata di esofagite da reflusso con relativa infiammazione della faringe. Da circa 5 gg ho iniziato la cura e devo dire che i bruciori di stomaco e la difficoltà di digerire è scomparsa e che il senso di corpo estraneo stà notevolemnte regredendo e credo che in parte questo disturbo sia dovuto ai miei stati d'ansia e di nervosismo e dal particolare momento che stò vivendo.

Inoltre per finire sempre nel mese di agosto mi è comparso un gonfiore della pelle che ricopre il glande solo dopo la masturbazione anche se da circa un mese non accade più questo fenomeno.
Su Vostro consiglio ho contattato la mia dermatolga la quale mi ha detto che dovrebbe trattarsi di orticaria da pressione e che mi avrebbe fatto fare degli esami per escludere delle patologie più gravi quali: angioedema ereditario.
Questa cosa mi ha un pò spaventato visto che mi ha detto che spesso prende la gola con attacchi e sensazioni di mancanza d'aria.


Spero che questo periodo finisca il prima possibile perchè sono per me 5 mesi infernali.

Vorrei capire se questi avvenimenti sono solo coincidenze ho vi è un filo conduttore?
Il mio medico di base dice che è un periodo così un pò perdonatemi la parola "sfigato"

Inoltre vorrei capire se la mia sensazione di corpo estraneo in gola che ho ormai da circa 3 mesi può essere legato al gonfiore del glande e possa trattarsi di angioedema ereditario?

Spero che tutto si risolva nei migliori dei modi e il prima possibile.

Mi scuso per la lunghezza del post ma volevo sfogarmi.
Grazie mille

[#15] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
beh come diagnosi..."periodo sfigato"... quella del Suo Medico di fiducia è direi quantomeno originale...Ma mi lascia molto perplesso.
Confermo il mio parere: in questo momento della Sua storia clinica, il consulto di un Andrologo è l'ultima cosa che Le necessita. Il fatto che la Sua richiesta di consulto sia pervenuta a noi non deve trarre in inganno.
Direi che il parere di un Internista e di un Dermatologo sarebbero molto ma molto più utili. Non riterrei superfluo un supporto psicologico.
Affettuosi auguri per tutto e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO
[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
mantenga salda la fiducia nel suo medico di medicina generale , mi raccomando! Sono sempre a mio parere, proprio perchè conoscono da vicino il problema , gli "internisti" migliori. Poi, anche sententendo un suo consiglio diretto, consulti il dermatologo , l'andrologo, l'urologo, lo psicologo o chi vuole ma sempre senza inutili ansie o paure.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#17] dopo  
Prof. Giovanni Martino
28% attività
0% attualità
12% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
Gentile Utente,
direi che il parere di un serio Internista, meno sensibile alle problematiche della cabala o della superstizione, sia necessario così come quello di un Dermatologo, .
Affettuosi auguri e cordialissimi saluti.
Prof. Giovanni MARTINO