Utente 117XXX
Gentile dottore, sono una ragazza di 24 anni e in questi ultimi mesi ho constatato che il mio battito cardiaco oscilla da 83-93 battiti al minuto ed è come se lo sentissi in tutto il corpo dandomi una sensazione di fastidio.
Questo è risultato evidente dopo una cura antibiotica di 7 giorni con claritromicina per una faringite.
Ho fatto elettrocardiogramma dove è risultata una tachicardia ed ecocardiogramma in cui è tutto ok. Ora vorrei sapere se è possibile che la claritromicina abbia provocato un aumento della frequenza cardiaca e se questa sia permanente anche dopo mesi di sospensione del farmaco. E se si trattasse solo di ansia? Come si fà a distinguere la tachicardia dovuta all'ansia dalla tachicardia come malattia vera e propriao indotta da un farmaco?
La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente, premettendo che la sua frequenza cardiaca rientra comunque nei limiti della normalità, le probabilità di un aumento dei battiti cardiaci legati alla terapia antibiotica per lungo tempo sono pressocchè nulle e quindi è altamente probabile che il tutto debba farsi riferire ad un alterato stato emotivo.
Stia serena. Saluti
[#2] dopo  
Utente 117XXX

Iscritto dal 2009
Sì effettivamente sono un pò ansiosa ma ho avuto i problemi che le ho descritto solo da quando ho iniziato la terapia antibiotica e anche tutt'ora dopo che siano passati 6 mesi. Inoltre non le ho specificato che oltre alla sensazione di "sentire" il mio battito cardiaco come se fosse accelerato, ho anche un lieve tremore interno che parte dal torace e si propaga fino al braccio sinistro e che è fisso ogni giorno 24 ore su 24. Io ho letto che la claritromicina può dare problemi di tachicardia e anche di ansia e quindi avevo pensato che fosse un effetto collaterale ma mi hanno detto che una volta che il farmaco viene smaltito qualunque effetto collaterale rientra, io sono preoccupata ancora questi fossero permanenti!!! Anche perchè sul foglietto illustrativo non c'è scritto che una volta sospeso il farmaco questi effetti rientrano.
Lei cosa ne pensa?
Poi l'altra cosa che mi fà sospettare è proprio il fatto che per me è strano pensare che siano effetti dovuti all'ansia perchè non mi sento ansiosa e poi dovrebbero comparire nei momenti in cui sono agitata e non essere fissi.
La ringrazio per la risposta.