Utente 837XXX
Buongionro, ho 39 anni, sano, non fumo e non bevo, vita sedentaria.
Dall'età di 18 anni soffro di varicocele, per i primi anni molto doloroso poi negli ultimi 10 anni non l'ho quasi più avvertito.
le dico questo perchè in febbraio sono stato operato di appendicite a da quel momento ho diversi problemi che nessuno sa spiegarmi nonostante diverse visite urologica, reumatologica e ortopedica.
Premetto che gli esami del sangue sono nella norma, ves pcr fosfatasi alcalina, fattore reumatico etc.
Dopo l'operazione mi viene una prostatite da proteus mirabilis che mi crea anche parecchia emospermia (l'emospermia la ebbi un paio di volte anche negli anni passati) nonostante abbia curato la prostatite mi permane un dolore da oramai 5 mesi a stare seduto, nel senso che sento pesantezza e senso di schiacciamento nella zona perianale e in particolare nel quadrante basso dei glutei, non riesco a stare seduto, è come se l'osso del bacino o della gamba mi martoriasse il muscolo per schiacciamento.
Oltre questo da luglio ho dei dolori ai tendini delle mani e dei polsi abbastanza dolorosi in particolare la mattina.
Siccome lavoro in banca e sto seduto tutto il giorno, avverto dolori alle gambe e quando mi alzo devo camminare parecchio prima che la gamba smetta di farmi male, proprio perchè sto troppo seduto.
Ho notato che in particolare dietro le ginocchia ho parecchie vene varicose.
Le chiedo in fine se il varicocele, la presenza di vene varicose alla mia età, l'mospermia e il dolore ai glutei a stare seduto con tendinite bilaterale agli arti superiori anche se in assenza di formicolii o mani fredde possano essere tutti sintomi uniti da un denominatore comune dovuto a un problema di circolazione e in questo caso se mi consiglia una visita specialistica angiologica oppure che tipo di esami mi può consigliare. Grazie infinite

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

nonostante i limiti di una valutazione a distanza, direi che purtroppo non esiste un denominatore comune per tutte queste cose che lei descrive.

in effetti due patologie da lei riferite le varici agli arti inferiori ed il varicocele hanno in comune il tessuto vascolare venoso.

per quanto riguarda le varici il consiglio è rivolgersi al proprio medico di famiglia il quale potrà certamente verificare e sarà certamente in contatto con un angiologo per una visita specialistica preceduta a sua discrezione da un esame diagnostico non invasivo come l'ecocolordoppler degli arti inferiori.

il varicocele altra patologia che lei da tempo dichiara può essere seguita da diversi specialisti dall'andrologo, urologo, chirurgo.

per quanto riguarda i problemi ai glutei ed agli arti inferiori, questo potrebbe avere una genesi legata alla colonna vertebrale in funzione del suo lavoro come lei stesso dichiara piuttosto sedentario (magari anche davanti una tastiera di un computer).

il tutto comunque potrebbe essere affrontato in partenza sempre dal suo medico curante e poi in base ai vari problemi supporttato dallo specialista del caso.

ritengo che dovrebbe esserci una regia in tutto ciò ed il curante potrebbe avere questo ruolo.

mi tenga informato
cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 837XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno, soffro di varicocele sx da circa 20 anni, faccio una vita parecchio sedentaria e già da qualche anno ho notato dei capillari tendenti al viola vicino alle caviglie e dietro il ginocchio ho invece alcune vene sclerotizzate, tipo quelle degli anziani che soffrono di vene varicose, è normale all'età di 40 anni? grazie
[#3] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
molte possono essere le cause generali e locali per i fenomeni da lei descritti. l'età può avere una certa importanza.

cordiali saluti