Utente 767XXX
salve mi chiamo sandra ho 31 anni e le scrivo per chiederle un parere. A dicembre del 2008 ho iniziato ad avere dolori al torace sotto la mammella sinistra così ho fatto un elettrocardiogramma con esito neg. (si trattava di dolori di natura artralgica ma il cardiologo mi prescrisse di fare ugualmente un ECG color doppler, l'Holter e un ECG da sforzo). Tutti gli esami sono andati bene tranne l'ECG da sforzo che ho fatto a maggio 2009 che è stato interrotto per : “ comparsa di aritmia ventricolare ripetitiva in coppia e triplette(micro TV). In esercizio turbe del tratto ST di tipo aspecifico. Accettabile la risposta pressoria. Lento il recupero. Prova non valutabile per ischemia miocardica da sforzo, positiva per aritmia ventricolare ripetitiva. Opportuno studio SEF (riferita crisi lipotimica da sforzo) e terapia con Cardicor 2,5 1cpx2 ". I dolori che avevo sotto la mammella li ho avuti tutta l’estate anche se non sono stati assidui, cosi ho fatto una visita pneumologia e il medico mi disse che forse si trattava di dolori nevralgici e mi prescrisse un antinfiammatorio. Ad agosto ho fatto lo studio elettrofisiologico con esito neg. ma mi è stato consigliato comunque di fare periodicamente delle prove da sforzo e di diminuire progressivamente il Cardicor 2,5 da 2 ad 1 compressa.Ad ottobre ho fatto l’ECG da sforzo è l’esito è questo: “ prova interrotta per esaurimento muscolare. In esercizio comparsa di sottoslivellamento ST a proiezione laterale significativo, scomparso in recupero con residua turba tipo sovraccarico. Non angor.Isolata ExV. Buona la risposta cronotropa e pressoria. Lento il recupero. Prova massimale, valutabile, di dubbia interpretazione, da considerarsi positiva per segni. Si consiglia scintigrafia miocardica da sforzo e Cardicor 2,5 2 compresse.I dolori che avevo sotto la mammella sono scomparsi per ora anche se delle volte avverto delle fitte lancinanti che non so’ spiegarmi forse sono dolori intercostali, comunque io le chiedo se secondo lei è opportuno fare la scintigrafia e se reputa esagerato questo tipo di esame in quanto il mio medico di famiglia mi ha detto che alla mia eta’ fare tutti questi esami è forse esagerato e che il cardiologo che ha valutato la prova da sforzo sia nel primo caso (a maggio) che nel secondo (ad ottobre) forse ha esagerato e che secondo lui si è accannito su di me. Infinite grazie e Cordiali Saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
in effetti spesso nelle donne l'esito degli esami cui si è sottoposta risultano dubbi e tali da richiedere approfondimenti diagnostici sempre più impegnativi. In tali casi, è forse preferibile più che una scintigrafia miocardica, un ecostress farmacologico, meno pericoloso della scintigrafia, ma da effettuare in centri cardiologici di provata esperienza.
Saluti