cuore  
 
Utente 726XXX
Salve egregi dottori vorrei porvi il seguente quesito che mi assilla da giorni. Mio marito la scorsa settimana ha fatto la spermiocoltura dalla quale risulta “presenza di proteus mirabilis”. Ha subito fatto una cura a base di ciproxin 500 RM per 6 giorni (1 compressa al giorno) e dopo una settimana ripeterà l’esame per vedere se il batterio è sparito.
Io ho fatto i tamponi vaginali completi per vedere se anch’io possa avere qualcosa ma ancora non ho ottenuto la risposta.
Dato che in questi giorni con molta probabilità avrò l’ovulazione, posso avere dei rapporti non protetti con mio marito o c’è la possibilità che il proteus mirabilis infetti anche me? Conviene aspettare o avere rapporti senza pensarci piu’ di tanto? Rispondetemi vi prego siamo molto combattuti! Grazie. Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Cara Signora,domandi all'andrologo di riferimento quanto ci espone,in quanto non ci dice nulla circa la sintomatologia (bruciori,dolori etc.) che ha portato Suo marito ad eseguire esami batteriologici.Non vorrei che,per qualche colonia batterca (che non specifica nel numero) e/o per la presenza li leucociti nello sperma,Suo marito,e la coppia,debbano pagare un prezzo tropppo alto in termini di tempo che passa...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 726XXX

Iscritto dal 2008
Mio marito non ha nessun tipo di sintomo ha voluto fare la spermiocoltura di sua iniziativa visto che era da molto che non la faceva. Per quanto riguarda i leucociti ce ne sono ma non in modo significativo, tra l'altro sta prendendo anche sinartrol.
[#3] dopo  
Utente 726XXX

Iscritto dal 2008
Puoi rispondermi a breve? grazie di cuore...
[#4] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Cara signora,
la sopermiocoltura fatta così non serve a nulla, è solo fonte di paura di falsi positivi.
[#5] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...e perché mai Suo marito ha assunto antibiotici?Cordialità.
[#6] dopo  
Utente 726XXX

Iscritto dal 2008
Ha assunto antibiotici perchè sulla spermiocoltura è stata rilevata la presenza del proteus mirabilis e con l'antibiogramma il dottore ci ha prescritto questa cura. Ma è così pericoloso?
[#7] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
cara signora,

se un esame batteriologico, la spermiocoltura, fatto per qualsiasi motivo, mette in luce la presenza di un germe patogeno che non dovrebbe essere presente nel liquido seminale è opportuno ed utile cercare di eliminarlo con la terapia antibiotica mirata sullo antibiogramma.
La possibilità che tale germe possa determinare "malattia" con sintomi più o meno definiti anche alla partner dovrebbe essere considerata dal medico sulla base dei dati anamnestici e sulla presenza di segni che possano far pensare ad una contaminazione non sempre "obbligata"
Mi sembrerebbe che lei possa stare tranquilla
cari saluti
[#8] dopo  
Utente 726XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio di cuore per la risposta. Non essendo ferrata in materia a volte mi spavento forse piu' del dovuto.
[#9] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...una spermiocoltura,senza la specifica della carica batterica,ha uno scarso valore diagnostico.Cordialita'.
[#10] dopo  
Utente 726XXX

Iscritto dal 2008
Grazie di cuore per la risposta.