Utente 134XXX
salve ho gia scritto a medicitalia per un forame ovale pervio con aneurisma interatriale, e ho ricevuto le risposte che mi ha chiarito le idee. ma il cardiologo mi ha richiamato e mi ha detto che la conclusione del referto e cambiata in " pervieta del forame ovale pervio associato ad aneurisma plurifenestrato del setto interatriale" vi chiedo se possibile dei chiarimenti in riguardo al aneurisma plurifenestrato, cioe le possibili strade da percorrere, visto che ha detto che non devo fare nessun intervento per sistemara la situazione, ma solamente assumere la cardioaspirina a vita,e se con questultima risolvo il mio problema e nn vado in contro a problemi piu seri,perche circa 4 anni fa ho avuto una fibrillazione atriale poi risolta, ed il cardioloo mi ha detto che la causa sia dovuta propio al problema sopra citato.cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Gentile utente,
la presenza di "aneurisma plurifenestrato del setto interatriale", significa che nell'ambito del setto interatriale vi sono diverse piccole comunicazioni, invece che una comunicazione unica.
Dal punto di vista teorico non cambia assolutamente l'eventuale indicazione o meno a chiusura del difetto.
Dal punto di vista pratico, qualora si volesse procedere in futuro a chiusura del difetto, la valutazione dovrebbe essere più attenta e completa per valutare la possibilità o meno di utilizzare dei dispositivi occludenti, nonchè dimensioni e tipologia dello stesso,
Cordiali slauti.
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA .
MA LE VORREI CHIEDERE SE LA CHIUSURA DI TUTTO E CIOE'DEL PFO E DEI VARI FORI SIA POSSIBILE PER VIA NON INVASIVA VISTO CHE MI E STATO RIFERITO CHE SI PUO INTERVENIRE PER LA CHIUSURA CON DEI "OMBRELLINI PIU GRANDI" VORRI SAPERE SOLO SE TUTTO CIO E POSSIBILE O NO.
LA RINGRAZIO ANCORA PER LA SUA DISPONIBILITA,
CORDIALI SALUTI.
[#3] dopo  
Dr. Ercole Tagliamonte
24% attività
0% attualità
12% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
La notizia che le hanno dato è corretto. Sono attualmente in commercio dei dispositivi specifici, per chiudere questi tipi di difetti. Per precisione, la chiusura non viene effettuata attraverso un classico interventi chirurgico a cuore aperto, ma si tratta comunque di interventi invasivi, che permettono il posizionamento di questi dispositivi attraverso dei cateteri che per via venosa risalgono fino al cuore. Come le dicevo, la cosa più importante è la pianificazione dell'intervento, in quanto è importante sapere il numero delle comunicazioni, la distanza tra loro, e così via, per scegliere la metodologia ottimale per il songolo caso.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
la ringrazio per la sua spiegazione cordialmente la saluto.