Utente 138XXX
Salve,
a mio padre di 79 anni è stato riscontrato un nodulo polmonare. Qui sotto le inserisco l'anamnesi e le conclusioni dell'oncologo che lo ha visitato la prima volta (ieri). Volevo se possibile un parere sulle conclusioni dell'oncologo e se ci sono strade alternative da percorrere non prese in considerazione magari per mancanza di mezzi dell'ospedale in questione... In sintesi il dubbio che mi viene è: ma allora cosa serve scoprire un tumore primitivo il prima possibile se tutto quello che si può fare è stare a guardare??
I medici a cui ci siamo finora rivolti ci continuano a dire che è sconsigliato l'ago aspirato per possibili problemi di pneumotorace.

Grazie della risposta

Sintesi Anamnestica
In anamnesi ernia inguinale, operata nel 1997. Cataratta bilaterale, operata nel 2008.
Da anni BPCO enfisematosa. Eseguita TC torace nel 2006 :non lesioni nodulari.
Ricoverato il 25.10.09 in Pneumologia per dispnea acuta; dimesso il 17.11.09 con diagnosi di "Edema polmonare
acuto, broncopolmonite, nodulo verosimilmente neoplastico polmonare sinistro".
Ora in 02 terapia domiciliare.
Eseguiti durante il ricovero:
TC torace con mdc (2.11.09): nodulo al lobo polmonare superiore di sinistra di 37X 33 mm, a margini finemente
spiculati suggestivo per lesione neoplastica; adenopatie mediastiniche all'arco di 14 mm e nella loggia di Barety di 15
mm, un linfonodo in sede sottocarenale di 20 mm; plurimi ispessimenti calcifici pleurici bilaterali; aortosclerosi;
formazione cistica al IV segmento epatico; cisti renale di 48 mm a sinistra.
Scintigrafìa ossea (9.11.09): ipercaptazione a carico di D8 compatibile con patologia degenerativa
Scintigrafìa renale: FG globale 64 ml(m'
Broncoscopia (6.11.09): non lesioni endoscopicamente visibili, non alterazioni della pervietà bronchiale.
Citologico su broncoaspirato: negativo per CTM.
Visita oncologica - prima visita 23.11.2009
Astenia e dispnea per sforzi modesti.
Al torace: MV diffusamente ridotto. Addome trattabile non dolente.
Non adenopatie superficiali - PS ECOG 2 - 3 - Peso Kg 60 - PA 100/70
Valutata la documentazione, le condizioni cliniche, il recente edema polmonare e la broncopolmonite, non si vede
indicazione attuale ad indagine invasiva (agoaspirato trans-toracico) per definire la cito/istologia della sospetta neoplasia.
Rivedremo il paziente il 18.12.2009 alle ore 11 con esami di laboratorio per definire il successivo programma
(agoaspirato se migliorano le condizioni generali - in alternativa solo osservazione e terapia sintomatica al bisogno).

[#1] dopo  
Dr. Vito Barbieri
32% attività
16% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
il collega si è espresso chiaramente. Purtroppo le condizioni legate alla malattia respiratoria cronica concomitante, rendono difficile eseguire la biopsia e non utilizzabile l'informazione che ne risulterebbe, per le condizioni stesse che, a quanto mi sembra di capire, non permettono al paziente di sopportare un approccio terapeutico che potrebbe richiedere chemio e radio terapia. E'stata lasciata una porta aperta, nel senso che se le condizioni migliorano (in particolare con quel parametro che ha indicato che si chiama Performance Status ECOG), potrebbe essere tentata una biopsia e l'informazione ottenuta usata per attivare un trattamento, "sopportabile" dal paziente.
Cordiali Saluti