Utente 807XXX
Buonasera, sono un paio di anni che durante la giornata mi vengono delle fitte alle mani, soprattutto con gli sbalzi di temperatura, mi sigonfia la mano dx nn riuscendo a chiuderla e diventa gelata. La pelle è particolarmente secca e a volte il tutto è accompagnato da formicolii alle braccia.Il mio medico ha ipotizzato una sclerosi ipotermica che nn so di preciso cosa sia con conseguente morte entro una ventina d'anni essendoci un invecchiamento precoce della pelle. Ho fatto analisi che hanno escluso momentaneamente la cosa ma loro temono, essendo una malattia lentissima, che gli esami possano dare esito positivo col passare del tempo. POtreste gentilmente darmi una delucidazione su questo tipo di scleosi? quali sono i sintomi e se effettivamente è una malattia mortale? Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Neanch'io so cosa sia questa "sclerosi ipotermica" e mi pare strano che il Suo medico abbia fatto questa diagnosi. E poi "loro temono": chi sono questi che temono? Gliel'hanno scritta questa diagnosi?
Non sta confondendo con "sclerodermia"?
In questo caso Le consiglio di sottoporsi a una visita specialistica reumatologica prima di tutto, poi vedrà cosa Le consiglierà lo specialista.
Non so quali siano le possibilità di Taranto, a Bari può rivolgersi alla Reumatologia presso il Policlinico, diretta dal dr. Lapadula, che si interessa tra l'altro di questa patologia
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 807XXX

Iscritto dal 2008
perdonate la mia enorme gaffe, è sclerodermia. Il problema è che gli esiti degli esami al momento sono negativi. Però il mio medico teme che possa presentarsi col tempo. Ma effettivamente è una malattia mortale?
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il problema non è "l'invecchiamento della pelle".
Se la sclerodermia interessa solo cute e sottocute senza interessare gli organi interni non deve temere una riduzione dell'aspettativa di vita.
E' fondamentale che si rivolga a un centro di reumatologia che si occupi di questa patologia, per cui confermo la mia indicazione del dr. Lapadula.
Per avere un'idea della sclerodermia può vedere qui
http://sclero.org/lang/italian/a-to-z.html
http://www.bresciareumatologia.it/SSP.htm
Cordiali saluti