Utente 139XXX
Salve, sono anni ormai che soffro di DS con interessamento del cuoio capelluto, del torace altezza sterno e in particolare del viso (tutto il viso da un orecchio all'altro compresa la fronte). Preciso che anni addietro ho abusato di un tipo di lozione cortisonica (la sola che mi dava sollievo) sino a quando la DS non si è estesa su quasi tutto il viso. Ho usato vari prodotti senza avere mai benefici di sorte. Attualmente usavo due pomate di cui una contenete Ketoconazolo la mattina, mentre la sera una dermocosmetica riparatrice, antibatterica e lenitiva, inoltre assumo degli integratori di omega3. I risultati sono poco soddisfacenti in quanto da una parte mi sembra di tenerla a bada (non sfocia in una maschera rosso vivo e a volte anche fastidiosa) ma resta sempre un rossore tenue ma abbastanza visibile. Il mio problema rimane irrisolto e non so più a chi rivolegermi, possibile che non esista un farmaco di ultima generazione che porti beneficio alla DS? Vi prego aiutatemi!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
Gent.le pz
la gestione della dermatite seborroica , essenzialmente specialistica, si giova nei casi lievi e moderati di shampoo e lozioni a base di derivati dallo zolfo (disolfuro di selenio, zinco piritione, etc)di ketoconazolo, di corticosteroidi (opzione da me personalmente NON usata),ma anche tacrolimus ed altri.
Nei casi gravi di prendono in considerazioni terapie sistemiche con altri farmaci ,ATB ed antimicotici ed altri ancora tra cui piuttosto utili i retinoidi .
Ne parli con il suo curante.
Cordialità
[#2] dopo  
Dr. Emanuele Di Pierri
24% attività
4% attualità
12% socialità
MATERA (MT)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
le consiglio di sottoporsi ad una visita specialistica dermatologica ,
solo in tele sede sarà possibile sia validare tale diagnosi, sia individuare la solozione terapeutica più idonea al suo caso clinico.
Tenga presente che la DS riconosce periodi alterni, anche legati alla stagionalità, di remissioni e di riesacerbazioni ed è influenzata dallo stress.
La cura migliore non è quella che la guarisce poichè ciò è difficile, ma quella che consente periodi più lunghi di benessere.
In alcuni casi, senza ricorrere a terapie farmacologiche o in alternativa ad esse può essere utile il trattamento dermatologico di fototerapia combinata UVA/UVB a banda stretta, ma deve essere lo specialista dermatologo a stabilirne l'indicazione e prescriverne le dosi.
Cordialità
[#3] dopo  
Utente 139XXX

Iscritto dal 2009
Infatti, anche se faccio fatica a comprendere come nel 2010 ancora non vi è una cura per la DS, concordo almeno sul benessere.
Preciso che il mio caso vede coinvolto quasi tutto il viso e vi posso assicurare che per me è veramente difficile anche uscire di casa.
Sarei già abbastanza sodisfatto se riuscissi a trovare un medicinale che mi consentisse almeno di poter convivere con questa malattia.
Io non so se mi sono rivolto a specialisti sbagliati ma vi garantisco che la storia è sempre la stessa, mi ricordano che è un problema che non riuscirò mai a sconfiggere (e questo l'ho capito da me) e che devo solo cercare di tenerla sotto controllo facendomi acquistare una miriade di pomate e pomatine (costosissime), le quali ogni volta mi vengono cambiate (arrivo a credere perchè me l'ha prescritta lo specialista prima), senza poter avere un periodo di serenità.
Adesso voglio proporre la fototerapia combinata UVA/UVB a banda stretta che non ho mai fatto sperando che sia quella giusta.
Scusate e Grazie per il vostro interessamento.