Utente 144XXX
Salve, sono un ragazzo di 34 anni. Da premettere che quest'anno ho avuto diversi rapporti occasionali protetti ma non del tutto. Nel mese di ottobre ho avuto uno sfogo ascellare che assomigliava ad una forma erpetica, bollicine con testolina bianca. Passato questo sfogo, mi si è scatenata una forma di allergia orticaria che non mi veniva da circa 8 anni (ci soffrivo a causa di allergia a medicinali e cibi vari). Conteporaneamente mi sono spuntati (passa uno e spunta un altro) tre herpes labialis. A questo punto mi sono reso conto di avere un forte calo di difese immunitarie. Fino ad oggi sto con l'antistaminico e giusto 20 giorni fa mi è spuntato sull'inguine un altro sfogo di bolle con testolina bianca. Ce l'ho qualcuna sulle gambe ma adesso sono in fase di guarigione cioè con crosticina (scusate i termini inesatti). Oggi sono andato dal dermatologo che gli ho spiegato la situazione. Mi ha visto le bolle (che ormai erano quasi andate via del tutto) e mi ha detto che una forma batterica e che non avevo nessuna malattia. Io ho insistito se si potesse trattare di qualche malattia sessualmente trasmissibile e lui mi ha detto che era solo un fatto di strofinamento a qualcosa che mi provocava questa forma di bolle (tipo sudore ecc). Mi ha solo consigliato di fare le prove allergologiche (non so se si dice così) per vedere a cosa sono allergico. Io mi chiedo, è possibile che ho ricevuto una diagnosi alquanto superficiale ed errata? Si può trattare di sifilide? Il dermatologo si accorge subito se sono sfoghi dovuti a questa malattia o se sono sfoghi che non riportino a cause preoccupanti? Sono davvero preoccupato, grazie per avermi letto...vi prego una risposta!

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli
28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
Tutte le manifestazioni che descrive non sono correlate specificamente ad una patologia sessualmente trasmessa e men che mai alla sifilide così come ha confermato il collega che lo ha visitato. Segua le indicazioni del dermatologo e non si preoccupi inutilmente di quello che non esiste.
Cordiali saluti