Utente 112XXX
Salve, alla fine di Agosto sono stata a Palinuro da una signora che affitta camere, la notte ho avuto diverse punture da qualche insetto che credevo fossero zanzare tigre( nonostante avesi usato off e messo fornelli con piastrine). Di solito su queste punture ho sempre applicato il foille insetti e dopo qualche giorno tutto è andato via. Le punture invece sono diventati dei ponfi grossi e duri e molto pruriginosi tanto che si rompevano in continuazione, la bocca, per così dire, della puntura era molto grande. Con il passare dei mesi, nonostante avessi messo creme al cortisone, la situazione non è ancora passata. Le punture sono diventate violacee, qualcuna quasi secca, qualcuna ancora gonfia e tutte ancora pruriginose e presentano una pallina dura sotto, tutte ormai sanguinolente perchè ancora mi gratto e rompo la patina secca che normalmente si forma.
Ho pensato a tutti gli insetti possibili dalla zecca alla cimice ma in vacanza porto sempre lenzuola mie quindi sicuramente pulite. Posso sapere di quale insetto è possibile si tratti e se è il caso di farmi visitare da un dermatolo o passerà naturalmente. Ringrazio anticipatamente i medici che vorranno rispondermi.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Biagioli

28% attività
0% attualità
12% socialità
SIENA (SI)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2009
Gentile utente
La persistenza delle manifestazioni cutanee impone una valutazione dermatologica. Ipotesi diagnostiche a distanza non non sono possibili e meno che mai è possibile stabilire l'origine delle lesioni. Prenoti una visita dermatologica.
Cordiali saluti
Dr. Maurizio Biagioli
UOS Dermochirurgia
Az Ospedaliera Universitaria Senese

[#2] dopo  
Utente 112XXX

Grazie per la risposta, ho consultato due dermatologhe,la prima mi ha detto che forse poteva essere un'allergia (da alimento???) molto vaga mi ha prescritto Bidien x 20 gg e un'antistaminico. Non è successo nulla. La seconda Dermatologa (del Nuovo Policlinico) asserisce che è un'allergia da acaro (da contatto) mi ha prescritto 2 fiale di celestone a distanza di 5gg. e altro antistaminico. Risultato: una colica biliare che il medico del PS. dice provocata dalle fiale di Celestone e a distanza di 15gg. sono quasi al punto di partenza in quanto le "punture" mentre si stanno x seccare, d'improvviso (o a letto o sotto la doccia) ritornano pruriginose al massimo e "rivivono".Ora intorno hanno un alone violacee. Tra l'altro sono sempre e solo sulle gambe e solo una sulla natica (un'allergia non dovrebbe interessare tutto il corpo?)
Un amico sub mi ha suggerito che possono essere punture di medusa (ma al momento non ho sentito dolore) o la larva del nuotatore dato che mi sono immersa solo fino alla vita in un punto dove c'era una specie di pantano d'acqua. Ringrazio anticipatamente