Utente 113XXX
Le scrivo per chiederle un consulto riguardante mia madre.
Innanzitutto mi permetta una breve descrizione del quadro clinico di mia madre.
E una donna di 56 anni e circa 5 anni fa ha iniziato ad avere una tosse stizzosa che la colpiva - e la colpisce tutt'ora - all'improvviso lasciandola senza fiato. Ha iniziato a tossire dopo un impianto dentario ma non sappiamo se sia collegato tanto che ha continuato a stare male anche dopo averlo rimosso.
A quel tempo pensammo che fosse legata alla menopausa ma dai dosaggi ormonali risultò non esservi ancora entrata (ora invece è in menopasa)
Nonostante le numerosissime analisi, e i numerosi specialisti interpellati, nessuno è riuscito a spiegarci il perchè di questi episodi . Non ha problemi polmonari ne gastrointestinali non presenta allergie ne problemi di naso o gola. Nulla di nulla.
Naturalmente il protrarsi di questi episodi l'anno indebolita sia fisicamente indebolendo ad esempio la vescica ma sopratutto psicologicamente (a volte non riesce a mangiare o bere senza strozzarsi).
Oltretutto ogni specialista al quale si è rivolta, le cambiava cura e medicinali senza per altro risolvere nulla.
Addirittura le è stata tolta la tiroide che era però gia malata da tempo.
Circa 3 anni fa dopo l'ennesima e inutile cura, le è insorta una complicazione: un prurito sottocutaneo dolorosissimo e fastidiosissimo che non le consentiva di vestirsi o di coprirsi senza soffrire.
Di notte era costretta a dormire infilata sotto una struttura una sorta di tubo costruito da mio padre (ingegnosissimo e creativo) con del fildiferro rivestito di tubo di plastica il tutto perchè il solo contatto con lenzuola e coperte la faceva urlare di dolore. Questa struttura in pratica le teneva sollevate. D'estate era un tormento.
Esteticamente non aveva niente se non arrossamento dovuto al continuo grattarsi.
Fece un ciclo di flebo e prese non so quanti e quali medicinali poi l'unica cosa che le alleviò il fastidio fu un antidepressivo: l'entact. Il prurito si placo dopo qualche mese ma la tosse no.
Quella rimase anche se notammo che spariva per brevi periodi per poi riacutizzarsi peggio di prima. Si continuò a cercare una causa ma invano. Fece i test per le allergie ai metalli e ne risultò un'intolleranza al nichel nemmeno tanto grave. Ha seguito una dieta niche-free per un bel po.
Qualche settimana fa purtoppo il prurito è tornato + forte è + doloroso di prima. Ora è diventato quasi invalidante constringendo mia madre a letto immobile. Di nuovo dieta nichel-free di nuovo entact che però questa volta le ha però causato na reazione allergica facendole gonfiare la faccia (controindicazione di tipo raro) quindi ha dovto sospenderlo dopo solo 2 giorni.
Altri specialisti l'hanno visitata in quest'ultimo periodo fino a questa mattina qando n so collega le ha diagnosticato IL FOCO DI SANT'ANTONIO (l'erpes zoster) in un rara forma sottocutanea. E' possibile ciò? Può l'HZ sparire e tornare dopo 2 anni? Noi pensavamo al Lupus o simili.
grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
TORTONA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
direi che l'ipotesi dell'Herpes mi lascia alquanto ineterdetto. Io, personalmente, ma non so se l'abbiate fatto, mi indizzerei in primis verso un versante neurologico, magari avendo a tirare le fila del tutto un buon specialista in dermatologia.
Un caro saluto

A disposizione

Mocci