Utente 145XXX
Mia madre è una donna affetta da distrofia facio-scapolo-omerale (tuttora autonoma dal punto di vista motorio se non per problemi alle gambe in termini di forza muscolare e alle scapole), è diabetica (diabete mellito di secondo tipo curato con metforal da 850 mg: 3 compresse/gg. e cardioaspirin:1 cmp/gg) e ha problemi di ipercolesterolemia (valore: 243. Non assume al momento alcun farmaco specifico per il colesterolo). Infine, praticamente da sempre, soffrendo di depressione, segue la seguente terapia: xanax,invega e dalmadorm. Essendo a conoscenza dell'incidenza delle statine sul problema distrofico e dovendo assumere assolutamente un farmaco che abbassi il valore di colesterolo, mi permetto di chiedere se la lecitina di soia può essere una soluzione o se per caso c'è un farmaco naturale alternativo che potrebbe assumere e che non abbia particolare interferenza con lo stato dei muscoli. Grazie in anticipo per l'eventuale risposta.
[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
16% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile utente
i farmaci ipocolsterolemizzanti(oltre alle statine anche i fibrati)possono in alcuni casi dare problemi muscolari ma basta monitorare il CK e vedrà che non c'è alcun problema,tenga presente che l'azione delle statine non si limita solo all'ipocolesterolemia ma va ben oltre per cui non penso sia utile come alternativa la lecitina di soia,magari la può aggiumngere alla terapia ma non sostituirla
[#2] dopo  
Utente 145XXX

Iscritto dal 2010
Salve,

Mille grazie per la risposta rapida e precisa. Cercheremo di monitorare periodicamente il CPK. Ancora grazie.

Saluti