Utente 146XXX
Salve,sono un ragazzo di 22 anni da circa 2-3 anni avverto dei battiti anomali del cuore:come se si fermasse sentendo il battito successivo più forte,a volte seguiti da un leggero e breve giramento di testa (non sò se sia impressione o un fatto reale)...ho fatto vari esami in questi anni,1 ecocuore ogni anno il quale ha sempre dato come esito che il mio cuore è perfettamente sano.all'ultima visita ho incontrato un cardiologo gentilissimo,dicendomi che probabilmente si tratta di exstrasistole e di stare tranquillo anche perchè possono essere legate alla mia emotività,in effetti sono un ragazzo molto ansioso ed emotivo..basta pensare che arrosisco facilmente e che sudo sotto i bracci continuamente specialmente quando sono fuori casa.
Sono sportivo da circa 2 anni pratico palestra,ma adesso ho interrotto a causa di questo problema(il cardiologo mi ha detto di fare attività sportiva),ad esempio quando vado a letto mi sdraio e mi rilasso iniziano questi battiti...quasi sempre singoli per arrivare ad un max di 15-20 in 40-60min dopodichè mi addormento tranquillamente.Mi chiedo se possa essere una cosa funzionale l'insorgenza di questi battiti nel momento del rilassanento,premetto che non tutti i giorni li avverto ad esempio 3giorni si 2 no 5 si ecc...più raramente li avverto di giorno o sotto sforzo.Non mi riesce più star tranquillo ho paura che questi battiti siano qualcosa di più grave anche perchè non ne ho mai registrato 1 ed in più il cardiologo mi ha detto che nn c'è bisogno di ulteriori esami....spero in un vostro prezioso consulto.Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Sono d'accordo con il collega che La ha visitato: si tratta con estrema probabilità di una extrasistolia isolata, reperto frequentissimo e privo di rilevanza clinica.
Aggiungo però che se il sintomo si presenta con più evidenza al momento di coricarsi (assumendo la posizione supina) forse è il caso di indagare sull'apparato digerente, in particolare sulla eventuale presenza di un reflusso gastroesofageo.
Cordiali saluti