Utente 907XXX
GENTILI SIGNORI VI SAREI GRATO SE POTESTE CHIARIRMI UN PO' LE IDEE.
HO 50 ANNI, ED A SEGUITO DI ALCUNI DISTURBI, CHE ANDRO'a descrivere qui di seguito,MI SONO SOTTOPOSTO ad una ecocografia il cui referto è il seguente:
prostata lievemente ingrossata 29cc, modesto il residuo post minzionale, Il resto è tutto nella norma e ve lo risparmio.
Ho già prenotato una visita urologica cui mi sottoporrò fra 52 giorni.
I disturbi che mi hanno convinto ad andare dal medico sono stati i seguenti.
Dopo la minzione,che sembra sempre leggermente difficoltosa anche se il getto risulta piuttosto normale, l'uretra continua ad essere bagnata per un po' con conseguente bruciore della stessa.
L'eiaculazione non è mai normale, come se avessi quasi fastidio(non è facile descrivere la sensazione)l'erezione sembra non essere totale.
Mi sono rivolto al mio medico di base, il quale,dopo avergli descritto i suddetti sintomi, mi ha prescritto CIPROFLOXACINA 500mg una compressa al mattino per due settimane ma non è combiato molto.
Ho portato a termina la terapia da circa 7 giorni ed i sintomi sono tornati esattamente gli stessi di prima.Potrebbe essere una prostatite? nel caso,questa patologia ha come effetto l'ingrossamento della ghiandola?
Nel caso l'ingrossamento fosse dovuto all'età, c'è la possibilità che le dimensioni decrescano con una cura ed una alimentazione adeguata?
Per quanto riguarda l'erezione, spero proprio dipenda dalla prostatite!!!!!!!!!!!!!
Ps il valore PSA risulta essere nella norma.
Un grazie sentito per il vostro impegno e per la vostra gentile disponibilità.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,che il quadro prostatico vada regolarizzato é scontato,sia per il benessere generale che urinario,che sessuale.Quanto al disagio sessuale,a 50 anni un
"tagliando" si impone,valutando,tralaltro, l'equilibrio pressorio generale,l'eventuale dismetabolismo glico/lipidico,il quadro ormonale,lo stile di vita (alcol,fumo etc.) e lo stato della vascolarizzazione peniena,vero indice di benessere sessuale.Contatti un andrologo esperto,nella speranza che i tempi di attesa siano minori di quelli necessari per una visita urologica...Cordialità.
[#2] dopo  
Utente 907XXX

Iscritto dal 2008
Gentile dott.Izzo,grazie ad una cancellazione di un paziente, la mia visita urologica è stata anticipata.
Il referto è il seguente.
Prostata aumentata di volume per circa 1,5 volte la norma, di consistenza parenchimatosa.
Apprezzabile il solco mediano.
Non dolorabilità.
Non modularità sospette.
Genitali esterni nella norma,didimi ed epididimi regolari.
Effettuare spermiocultora,
in caso di negatività effettuare il seguente trattamento.
Bassado una comp. al giorno per 10 giorni.
Topster supposte 1 al giorno per 7 giorni.
Nutriprosti 1 matt. 1 alla sera per 15 giorni poi 1 al giorno per un totale di due mesi.

Il risultato della spermiocultura è negativo, pertanto mi sto sopponendo al trattamento appena descritto.

Come da suo consiglio, mi sono attivato per il "tagliando", ho prenotato una visita con uno specialista in andrologia. Come certo immaginerà, i tempi di attesa sono lunghi quindi mi sono fatto prescrivere dal mio medico di base gli esami che lei mi ha consigliato.
I risultati sono i seguenti. Riporto solo quelli che sono in prossimità del limite massimo e quelli che superano il limite.

Ematocrito 49.1%
Glucosio 94 mg/dl
colesterolo totale 219
colesterolo HDL 73
colesterolo LDL 125
trigliceridi 95
AST 25 (aspartato aminotransferasi)
ALT 37 (alanina aminotransferasi)
Testosterone 14,33 nMoli/L
PSA totale 1.22 ug/L (modular E)
(minima concentrazione misurabile:0.03ug/L)
PSA libero 0.43 ug/L
Frazione libera
(minima concentrazione misurabile 0.01 ug/L)
PSA Libero/PSA Totale 35.2%
esame delle urine.
pH 7.0
peso specifico 1.024
gli altri risultati dell'esame delle urine sono nella norma.
L'ECO DOPPLER per la vascolarizzazione è già prenotato.
Dopo tre giorni di cura i miei sintomi non sono cambiati (immagino siano davvero pochi tre giorni). Le sarei grato se esprimesse il suo giudizio circa il referto urologico e il risultato degli esami.Inoltre se gli esami cui mi sono sottoposto,a parte il doppler che dovrei fare entro 8 giorni, secondo lei sono sufficienti ad un andrologo per avere un quadro piuttosto chiaro?
La ringrazio anticipatamente per la sua attenzione.
Un cordiale saluto.
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la prostata è sensibilmente aumentata di volume,gli esami ematochimici evidenziano una tendenza al dismetabolismo lipidico,per cui,al momento,Le consiglierei di seguire la terapia prescritta,rinviando all'esito dell'ecocolordoppler,la valutazione complessiva del quadro sessuale.Cordialità.