Utente 147XXX
nell'aprile 2003 sono stato sottoposto a prostatectomia radicale con la tecnica nerve sparing (psa superiore a 7). da giugno 2007 ho effettuato un ciclo di radioterapia perche'il psa era tornato a salire (circa 1,00). dopo la radioterapia il psa e' prima diminuito , poi e' risalito lentamente ed ora e' 1,03 ng/ml.sono anche affetto da diabete che controllo con mezza compressa di Bieuglucon al giorno e un po' di dieta (valori della glicemia ultimi 117). cosa mi consigliate ?

[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

suggerirei innanzitutto una verifica in toto dell'organismo mediante TC total body con mdc e scintigrafia ossea. Con questo tipo di diagnostica si può fare il punto della situazione.

cari saluti

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#2] dopo  
Utente 147XXX

EGREGIO DOTT. PASTORE, LA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA SOLLECITA. CREDO PER' DI DOVER PRECISARE CHE GLI ACCERTAMENTI DA LEI SUGGERITI LI HO EFFETTUATI NEL 2003 PRIMA DELL'INTERVENTO E POI NEL 2007, PRIMA DELLA RADIOTERAPIA HO FATTO ANCHE UNA PET CON COLINA A BOLOGNA. E' OPPORTUNO RIPETERLI E PER QUALE MOTIVO ? INOLTRE CREDE SIA NECESSARIA ALTRA TERAPIA (CREDO CHE LA RADIOTERAPIA NON VENGA REITERATA SE NON SBAGLIO ) E IN TAL CASO QUALE ? GRAZIE.
CORDIALI SALUTI.
ETTORE

[#3] dopo  
Dr. Carlo Pastore

36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2004
Gentile Sig. Ettore,

senza dubbio è opportuno ripeterli perchè sono datati nel tempo. Il paziente oncologico va inquadrato in una griglia di controlli di follow-up che vanno periodicamente eseguiti. Se vi dovesse essere una recidiva di malattia sarà opportuno intervenire chirurgicamente o farmacologicamente a seconda della sede eventualmente coinvolta.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it
Dr. Carlo Pastore
www.ipertermiaitalia.it

[#4] dopo  
Utente 147XXX

egregio dott.Pastore la ringrazio ancora per la cortese sollecitudine e cerchero' di seguire i suoi consigli.
cordiali saluti.
Ettore

[#5] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Dopo l'intervento e la RT di salvataggio sulla loggia prostatica, il PSA deve essere praticamente azzerato(indosabile o <0,20 ng/mL). Nel suo caso il valore è molto più alto ed è necessario intervenire con un trattamento adeguato in base allo stadio di malattia.
LA PET CON COLINA, possibilmente una TC PET può essere idonea ad una ristadiazione della malattia dal punto di vista metabolico(PET) e morfologico(TC).
La 11c Colina è in grado di accumularsi nei siti di malattia prostatica a valori di almeno 1ng/ML di PSA. Quindi nel suo caso(PSA d 1.03) possiamo sapere se la recidiva è locale o sistemica oppure se non è ancora visualizzabile con tale esame.
In base infatti alla sede di malattia visibile in PET è possibile associare al trattamento farmacologico ormonale o chemioterapico(se utili e indicati caso per caso) anche un trattamento eventuale di radioterapia mirata sulle sedi di malattia(oligometastasi)con lo scopo di controllare i siti più attivi di malattia(qualora fossero individuabili con chiarezza).
Ma di questo ne discuta con un oncologo clinico e/o radioterapista che si occupi giornalmente di questi casi. Il nostro Istituto, ad esempio, affronta quotidianamente casi analoghi.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),

[#6] dopo  
Utente 147XXX

EGREGIO DOTT. ALONGI, LA RINGRAZIO PER LA CORTESE E SOLLECITA RISPOSTA. SEGUIRO' CERTAMENTE I CONSIGLI CHE MI AVETE DATO. CORDIALI SALUTI. ETTORE