Utente 336XXX
Buon giorno a tutti,
circa un anno fa ho avuto 2 rapporti a rischio con un ragazzo la cui madre è morta d'AIDS...(l'ho saputo solo dopo aver già avuto rapport con lui)...premetto che l'eiaculazione non è avvenuta all'interno ma esternamente e non ho avuto contatti con il suo sangue, il test non l'ho ancora fatto ma ultimamente ho dei dolori al collo, mi fa male la gola,la testa, ho il raffreddore continuo, non ho perso peso e non ho mai avuto eccessive sudorazioni di notte...possono essere sintomi dell'hiv????è possibile che mi abbia trasmesso questa malattia???ho davvero tanta paura...mi potete dire quanto è alto il rischio che io abbia contratto il virus?se faccio il test, il risultato è attendibile visto che è passato quasi un anno?vi prego rispondetemi perchè sto davvero male al pensiero di avere l'hiv.........rispondete grazie mille..
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle utente,

Non comprendo il legame fra il suo partner e la malattia della madre. L'HIV è una patoogia che non si trasmette nell'ambito familiare, o forse il quadro da lei fattoci manca di qualche tassello.
Ove così non fosse, per la situazione specifica, sappia che i rischi di contrarre tale affezione sono i medesimi, a prescindere da quanto ci dice sulla parentela.

Saluti.
Dott. LAINO
[#2] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
gentilissimo Dott. LAINO,
il ragazzo mi aveva detto ke quando è nato sua mamma aveva l'AIDS...e mi ha detto che è "portatore sano"...che cosa vuole dire?che lui è sieropositivo????
mi può rispondere anke alle altre domande?
Grazie mille per la sua disponibilità
cordiali saluti
attendo risposta
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle utente,
le domande che pone necessitano dell'attenzione dovuta ma non possono risolversi in dialoghi telematici.
le consiglio di determinarsi con un Venereologo della sua zona per chiarire al meglio la problematica, nel frattempo tranquillità e rapporti sempre protetti, comunque.
Cari saluti.
Dott. LAINO
[#4] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
la ringrazio per le sue risposte...ma dice che se il ragazzo è sieropositivo dalla nascita il rischio che mi abbia contagiato è più basso?(il ragazzo ha 20 anni).
ho letto un po in internet e dicono che è piu facile il contagio con un sieropositivo che è stato infettato da poco tempo...
ma la candida vaginale può essere un sintomo dell'hiv?
cosa posso usare per curarla visto che ce l'ho quasi ogni mese??
grazie ancora
[#5] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
per il DOTT. LAINO...
la ringrazio per le sue risposte...ma dice che se il ragazzo è sieropositivo dalla nascita il rischio che mi abbia contagiato è più basso?(il ragazzo ha 20 anni).
ho letto un po in internet e dicono che è piu facile il contagio con un sieropositivo che è stato infettato da poco tempo...
ma la candida vaginale può essere un sintomo dell'hiv?
cosa posso usare per curarla visto che ce l'ho quasi ogni mese??
grazie ancora
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,
come già le ha riferito il collega Laino, in questi casi solo una diretta, completa ed attenta raccolta dei dati della sua situazione clinica permette di capire a pieno il suo problema e quindi successivamente iniziare un eventuale iter diagnostico ed il relativo monitoraggio .
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#7] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo Dr. Giovanni Beretta,
volevo solo sapere se da quello che Vi ho scritto il rischio che io abbia contratto il virus è alto oppure no...
cosa intende per relativo monitoraggio??
scusi per l'ignoranza....
Saluti
[#8] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
x tutti....
ma come si fa a capire se si hanno i linfonodi gonfi alla gola e alle ascelle???
grazie...
attendo risposte
[#9] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
qualcuno mi risponde per favore????
in una risposta ad un consulto ho letto: "L'infezione da HIV in rapporti ad alto rischio è certamente possibile, anche se non probabile (solo il 3% dei rapporti ad alto rischio non protetti possono causare il contagio).
visto ke non ho avuto contatto con sangue e sperma del ragazzo quante sono le probabilità che il contagio sia avvenuto?
e a quasi un anno dal rapporto quali sono i sintomi che potrei avere(in caso fossi stata contagiata???)
ho tanta paura e poco coraggio a fare il test, ma per il bene del ragazzo ke mi piace tanto e con cui sto adesso devo farlo....
rispondetemi.......

p.s. è da un po di tempo ke ho delle perdite vaginali bianche, prurito poco ma bruciore...è candida?
e come faccio a capire se i linfonodi sono gonfi??
scusate l'ignoranza...
saluti
[#10] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettrice,
propone purtroppo dei quesiti che ,come già le ha spiegato in modo chiaro anche il collega Laino, richiedono sempre una diretta ed attenta visita medica dopo una raccolta completa della sua storia clinica. In questo modo si potrà capire la natura delle "perdite bianche" ,dare quindi le prime indicazioni diagnostiche e poi terapeutiche. Sui linfonodi gonfi alla "gola" o alle ascelle non è questo un segno specifico che indica una infezione da HIV.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta.
[#11] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo Dr. Giovanni Beretta,
grazie per la sua risposta ma da quello che ho scritto nelle altre risposte Lei cosa mi dice?la prego mi può rispondere alle altre domande?ho bisogno di piu informazioni...
Saluti

GRAZIE MILLE...PER FORTUNA CI SONO DELLE PERSONE COME VOI AL MONDO!!!
[#12] dopo  
Utente 336XXX

Iscritto dal 2007
Vi prego qualcuno mi risponda.....
è possibile che se il ragazzo è sieropositivo dalla nascita il rischio che mi abbia contagiato è più basso?(il ragazzo ha 20 anni)
è piu facile il contagio con un sieropositivo che è stato infettato da poco tempo?
e se lui si sta curando?
rispondetemi
saluti