Utente 148XXX
Gentile dottori
mio marito nel novembre 2008 si è sottoposto ad un intervento di "sostituzione dell'aorta ascendente ed emiarco associato a BPAC venosi singoli su Cdx ed MO in ipotermia profonda, arresto di circolo e perfusione cerebrale anterograda sec Kazui". L'interveno è andato bene ma dopo pochi giorni sono iniziati forti tremori, violenti, con perdita di equilibrio. E' stato sottopo sto a visita otorino, neurologica, esami della tiroide, ma nulla. Sono passati 15 mesi dall'intervento e questi episodi continuano ancora.
Che cosa potrebbe essere? Esiste una cura? A chi mi devo rivolgere? Non credo che a 51 anni si debba convivere con questo problema.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile utente, è possibile che l'arresto di circolo, anche se associato alla perfusione cerebrale, possa aver creato danni ipossici minimi ma che si evidenziano clinicamente con sintomi vari, a volte anche vertigine o calo della vista o perdita di memoria...
In genere questi disturbi, se non determinati da reali eventi ischemici cerebrali (evidenziati alla TC encefalo) sono transitori.
Ma ovviamente è solo un'ipotesi: non sempre è facile correlare l'insorgenza di sintomi dopo un intervento all'intervento stesso.
Prima dell'operazione non erano mai capitati disturbi del genere ? dopo quanto tempo dall'intervento si sono verificati ? Sono in diminuzione ?
L'unico consiglio che vi posso dare è di ripetere sia una visita vestibolare da un otorino sia una visita neurologica. ma non è detto che possiate trovare una causa purtroppo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dottore la ringrazio per avermi risposto. Lei mi chiede se in precedenza si erano verificati questi episodi: la risposta è no, mai, solo 3 o 4 giorni dopo l'intervento. All'inizio sono stati violenti e quasi quotidiani, diciamo da novembre fino ad aprile, poi sono man mano diminuiti fino al mese scorso che sono ricominciati. Il medico di famiglia dice che deve conviverci.... E' possibile? La prego Dottore mi aiuti, sono disperata!
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
meglio, come le ho detto, un'altra visita specialistica neurologica e ORL. Le cause di vertigine sono molte...
mi faccia sapere dopo le visite
[#4] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#5] dopo  
Utente 148XXX

Iscritto dal 2010
Gentile dottore,la ringrazio tantissimo per il suo consiglio che è stato prezioso. Infatti mio marito si è sottoposto ad una visita neurologica e ha iniziato a prendere Efexor 150mg 1 cp al giorno. Con questa terapia non ha avuto più quei tremori improvvisi con cadute ma durante la notte la gamba dx scattava continuamente. E' stato successivamente ricoverato per accertamenti.
EON all'ingresso: "limitazione nello sguardo di verticalità verso l'alto, ipertono plastico assiale e agli AASS con troclea sn ROT vivaci e simmetrici ai 4 arti. RCP in flessione bilaterale. Distonia assiale dx. Postura camptocornica". Gli esami eseguiti tutti nella norma; RM Encefalo senza mdc: "piccole alterazioni di segnale della sostanza bianca frontale e parietale dei due emisferi, di verosimile natura microvascolare. Non si osservano processi espansivi endocranici. Minima asimmetria del sistema ventricolare per prevalenza delle camere di sn. Le dimensioni degli spazi subaracnoidei della convessità sono normali. Sinusopatia infiammatoria etmoido-sfenoidale". Studio ecografico del parenchima cerebrale: "il pattern ecografico non appare compatibile con parkinsonismo atipico" eeg: tracciato nella norma. Diagnosi di dimissioni: parkinsonismo secondario; restless leg syndrome.
Ha iniziato la terapia con Efexor 150mg 1 cp al giorno e Madopar 125mg 3cp al giorno. Io non vedo miglioramenti ma ogni giorno peggiora: da quando prende questi farmaci durante la notte oltre la gamba anche le mani scattano e ha riavuto i suoi soliti episodi diurni.
Le chiedo nuovamente di aiutarmi: la diagnosi è giusta? ma questi farmaci gli stanno facendo male? in quale centro possiamo andare? GRAZIE.
[#6] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
gentile signora, suo marito, come risulta dalla diagnosi neurologica, soffre di parkinsonismo e "sindrome delle gambe senza riposo" (c'è un minforma su questo sito a proposito di questo problema). Io non sono neurologo. Al limite le posso consigliare un secondo consulto neurologico per avere un parere a confronto.

Cordiali saluti