Registrati | Recupera password
0/0

Sfinterotomia e anoplastica

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010

    Sfinterotomia e anoplastica

    mi hanno eseguito una sfinterotomia e anoplastica anale per una ragade e un polipo. A una settimana di distanza noto che ci sono ancora delle perdite, ma rimane esposto 'grazie' ad un edema emorroidario la parte operata e due piccole emorroidi. Mi hanno prescritto delle bustine di TRIADE H3, ma nessuna pomata. FOrse perchè si deve ancora cicatrizzare la parte? ma dopo quanto tempo verrà riassorbito il tutto e potrà tornare al normale tono muscolare? attualmente non riesco ancora a sedermi. mi hanno detto tuttal'più di usare il PROPAST, ma non credo serva un granchè. credo che il problema sia di decongestionare la parte operata e intorno. cosa mi consigliate? grazie mille !



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 1613 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    Le consiglio di avere pazienza. Probabilmente un mesetto ci vorra', anche se molto dipende da come e' stato condotto l'intervento e ovviamente dalle sue capacita' di ripresa.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010
    significa che la convalescenza a casa sarà di circa un mese, non una settimana come da me previsto?!...aiuto... beh l'importante è sapere come stanno le cose, purtroppo chi mi ha operato non è stato molto esplicito, anche se ritengo che sia un bravo medico (posso fare pubblicità?!)...
    leggo dalla visita di controllo: non ha ancora deposto l'alvo, normotono sfinteriale, sutura mucocutanea normale, edema emorroidario...: bere e ci si rivede fra 20 gg. - quindi devo avere pazienza.
    grazie mille per la tempestiva risposta! siete efficientissimi ed un saluto al Dr. Salamina che ho conosciuto personalmente !




  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 1613 Medico specialista in: Chirurgia generale

    Perfezionato in:
    Colonproctologia

    Risponde dal
    2008
    No, no... non ho detto che deve stare a casa un mese: ritengo utile un periodo che mediamente puo' essere appunto di circa 30 giorni perche' i sintomi che lei attualmente riferisce (perdite, edema, dolori, etc...) possano regredire. Ovviamente questo vuol dire che i pazienti piu' fortunati potranno impiegarci anche meno tempo, mentre qualcun'altro, soprattutto se insorgono importanti complicanze, dovra' combattere un po' piu' a lungo. Pero' probabilmente non e' necessario che lei resti in casa tutto questo tempo!
    Infine mi rammarico che il Chirurgo non l'abbia informata in proposito: questo dovrebbe essere sempre fatto con la massima attenzione, proprio per non creare false illusioni; tanto piu' quando il paziente percepisce come "facile" una procedura che invece non lo e' affatto.
    Cordiali saluti


    dott. Stefano Spina
    www.stefanospina.com


Discussioni Simili

  1. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23/02/2010, 18:55
  2. Sfinterotomia laterale sinistra
    in Colonproctologia
    Risposte: 6
    Ultimo Messaggio: 05/02/2010, 12:56
  3. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 26/04/2010, 12:13
  4. Postoperatorio sfinterotomia
    in Colonproctologia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 08/07/2010, 17:27
  5. Sfinterotomia
    in Colonproctologia
    Risposte: 25
    Ultimo Messaggio: 02/08/2010, 16:35
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,05        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896