Utente 152XXX
Salve,
sono un ragazzo di ventidue anni e volevo chiedere dei chiarimenti riguardo all'aritmia respiratoria.
A dicembre, in seguito ad attacchi d'ansia che mi provocavano fitte al torace (alcune nella zona del cuore) sono andato dal cardiologo per una visita. Lui, controllandomi, ha riscontrato una aritmia respiratoria fisiologica, infatti io stesso mi ero accorto che inspirando i battiti erano come più leggeri e vicini, mentre espirando rallentavano.
Mi ha detto comunque che devo sentire meno il mio cuore, di fregarmene dei battiti in un certo senso perchè va tutto bene (poichè io sentivo spesso le pulsazioni sul polso per vedere se erano regolari).

Volevo però sapere, dato che è stato tutto accentuato e marcato dall'ansia, chi ha questa aritmia respiratoria fisiologica l'ha sempre avuta o viene a un certo punto e basta? Passa o va a diminuire col passare degli anni?

Inoltre, rappresenta un problema cardiaco (o respiratorio)? Vi spiego il perchè di questa domanda... Dovrò il mese prossimo prendere l'aereo per un viaggio di due ore circa (ho preso miliardi di volte l'aereo, anche 10 ore per New York) però stavo leggendo qualcosa della pressurizzazione dell'aria in volo e di alcuni problemi possibili per chi ha malattie cardiache o respiratorie ecc... Posso stare tranquillo???

L'elettrocardiogramma era perfetto comunque... Tranne questa cosa dell'aritmia...

Grazie in anticipo a coloro che risponderanno

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Martino
40% attività
0% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
la cosiddetta aritmia sinusale respiratoria è un fenomeno fisiologico del tutto normale, caratteristico della giovane età e assolutamente non patologico.
Stia perciò tranquillo e sereno.
Saluti