Utente 153XXX
Buongiorno Egregi Dottori,
vi scrivo per esporvi il mio problema che ormai si protrae da più di 10 mesi.
Tutto è iniziato con un brutto colpo inferto tra la prima e la seconda falange del dito medio della mano sinistra (per intenderci proprio sopra la nocca).
Da allora ogni volta che “batto” il dito sopra qualcosa, esempio il semplice gesto di bussare ad una porta, si provoca un dolore atroce e la nocca diventa nera.
A condizioni normali sembra tutto a posto nel senso che riesco a muovere benissimo il dito e a toccarlo non fa male.
Anche dall’aspetto sembra quasi tutto a posto a parte un piccolo rigonfiamento che si è formato ed è visibile tenendo il dito leggermente piegato.
La cosa che mi preoccupa adesso è che ormai è davvero tanto tempo che questo dolore esiste e non tende a diminuire.
Ho applicato 2/3 volte Muscoril e Voltaren ma non ho trovato miglioramenti.
Il dolore che si sente anche solo quando si urta leggermente il dito è molto acuto e forte.
Premetto la mia ignoranza, ma mi domandavo se può essere una lacerazione dei tendini/nervi e se così, questo può comportare una infezione?
Vi allego le immagini della mano:

MANO SX (DITO CON PROBLEMA):
http://img163.imageshack.us/img163/9629/29032010007.jpg
http://img163.imageshack.us/img163/1344/29032010008.jpg
http://img267.imageshack.us/img267/1948/29032010010.jpg
MANO DX (SENZA PROBLEMI)
http://img641.imageshack.us/img641/3658/29032010009.jpg

Ringraziandovi anticipatamente per il consulto.
Distinti Saluti.
Alessandro

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Premetto che per scelta del sito e mia personale non vengono prese in considerazione immagini inserite dagli Utenti. La persistenza della sintomatologia e il tempo trascorso richiedono una valutazione diretta presso un ortopedico, meglio se con esperienza in chirurgia della mano. Sinceramente penso che si possa escludere l'infezione per il tipo di sintomatologia che descrive, ma èpossibile che il trauma abbia provocato un danno su una terminazione sensitiva, che se nuovamente sollecitata risponde con il dolore.
Non so dove Lei abiti di preciso ma a Torino e dintorni può rivolgersi alla UO di Chirurgia della Mano del CTO di Torino o a quella del M.Vittoria, o all'UO di Ortopedia di Moncalieri. Può anche guardare qui i Chirurghi della mano che collaborano con questo sito http://www.medicitalia.it/02it/specialita.asp?idspec=89
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 153XXX

Iscritto dal 2010
Dottore la ringrazio per la celere risposta.
Comunque, dal rigonfiamento della prima fotografia lei vede qualcosa di strano?
Seguirò il suo consiglio sul farmi vedere, però mi domandavo se sono necessarie delle lastre o una risonanza prima della visita specialistica.
La ringrazio ancora.
Saluti.
Alessandro
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Il percorso corretto prevede che ci si rivolga allo specialista: poi sarà lui a decidere in base alla visita se e quali accertamenti fare.
Cordiali saluti