Utente 157XXX
Salve,
sono un ragazzo di 22 anni.

Da sempre ho un dubbio che mi attanaglia e che vorrei, se possibile, chiarire.
Mi è capitato più volte di leggere che il periodo dello sviluppo è molto lungo e l'uomo ha possibilità di crescere fino ai 22 anni.
Per quel che mi riguarda, dal momento in cui ho sviluppato (11/12 anni) la lunghezza del mio pene è rimasta preossocché sempre la stessa (12/13 cm in erezione), non ho avuto uno sviluppo ulteriore negli anni a seguire sotto questo punto di vista.
Sono alto 173 cm, ho una barba irregolare (non eccessivamente, ma pur sempre irregolare), ho le mani corte e dita fine, e una costituzione che tende all'anoressia (l'esercizio con i pesi mi ha permesso di acquisire un fisico normale, attualmente peso circa 65 chili).
Sono sicuramente un hardgainer, quindi credo che, se avessi avuto una costituzione diversa, con gli sforzi che ho fatto in palestra e la dieta che ho seguito avrei ottenuto risultati discreti per una persona normale.

Quel che mi chiedo è se si tratta di uno sviluppo anomalo o se rientra nell'ambito della normalità. Possibile che ci sia/ci sia stato un blocco nella crescita o questi eventi dipendono dalla propria cosituzione?

Ringrazio cordialmente,
Tommaso

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore,

è arrivato il momento di consultare un esperto andrologo.

Se desidera avere comunque altre notizie più dettagliate su eventuali problemi di natura andrologica che interessano i giovani uomini le consiglio di consultare i seguenti articoli pubbicati sul nostro sito:

http://www.medicitalia.it/02it/notizia.asp?idpost=69473

http://www.medicitalia.it/minforma/andrologia/196-prevenzione-andrologica-eta-pediatrica-puberale.html .

Un cordiale saluto.