Login | Registrati | Recupera password
0/0

Carenza vitamina d a 30 anni

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009

    Carenza vitamina d a 30 anni

    Salve,
    sono un ragazzo di 30 anni, Leccese, ma residente in Svizzera da 4 anni.
    A causa del mio lavoro con frequenti turni di notte e della situazione climatica in Svizzera, non ho occasione di espormi al sole.
    Ultimamente dopo sintomi di debolezza muscolare e stanchezza, ho chiesto al medico curante di effettuare analisi del sangue per vedere anche i livelli di calcemia e vitamina D.
    I risultati mostrano fegato e reni in ordine,ma un'insufficienza di vitamina D importante (45nmol/L.
    Ho chiesto al medico se fosse necessario fare altri esami per vedere lo stato delle ossa e se fossimo in presenza di osteoporosi. Mi ha rassicurato dicendo che non c'era da preoccuparsi data la buona calcemia ( di cui non ricordo i valori) e che l'unico accorgimento da prendere è di esporsi maggiormente al sole; non prescrivendomi alcuna cura. Oltre a questo mi ha detto che posso iscrivermi tranquillamente in palestra, nonostante i miei dubbi in quanto adesso ho la paura di avere ossa fragili e di fare danni.
    Cosa ne pensate?
    Vi ringrazio.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 256 Medico specialista in: Ortopedia
    Chirurgia vascolare e angiologia

    Risponde dal
    2008
    Gentile signore
    dovrebbe controllare meglio l'esame riferito e comunicarci la tipologia e la natura esatta di quello che è stato misurato.

    Infatti normalmente sono disponibili due test differenti nei laboratori: il dosaggio dell’1-25(OH)D e del 25(OH)D.

    L’analisi corretta è quella del 25(OH)D chiamata anche 25-idrossivitamina D e i valori normali differiscono da quelli ottimali. Il dottor Michel Hllick, una della principali autorità mondiali sulla vitamina D, ha studiato i livelli ottimali necessari per la salute (Clin Lab Med 2000, sept.; 20(3): 569-590) definendone l’intervallo.

    I livelli di vitamina D NON devono mai scendere sotto i 32ng/ml; valori inferiori a 20ng/ml sono considerati gravi carenze che incrementano il rischio di sviluppare patologie come tumori mammari e prostatici e malattie autoimmuni come MS e artrite reumatoide.

    Livelli ottimali di 25(OH)D:
    45-50 ng/ml oppure 115-128 nmol/l

    Intervallo di normalità:
    20-56 ng/ml oppure 50-140 nmol/l

    Codialmente
    Dr. A. Valassina


    Nota:informazione web richiesta dall'Utente senza visita clinica; non ha valore di diagnosi, trattamento o prognosi che si affidano al medico curante

  3. #3
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Grazie Dr. Valassinam;
    al momento non ho dati piu' precisi.
    Il medico mi ha solo detto che c'è una carenza di vitamina D e che il mio livello è a 45 a fronte di una situazione di normalita che va dai 75 in su; quindi credo che si riferisse ai nmol/L.



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 127 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Di passaggio su questo consulto, mi permetto di aggiungere un mio commento. I valori di calcemia devono assolutamente risultare normali, in caso contrario si può andare incontro ad eventi anche fatali. Pertanto il riscontro di una normale calcemia è il minimo che ci si possa attendere. Il dato che invece mostra se l'apporto di calcio sia nella norma è il valore di CALCIURIA misurato su urine delle 24 ore. Sicuramente, concordo con la considerazione che debba esporsi maggiormente al sole però questo le consentirebbe di produrre una quantità di vitaminaD che non potrebbe "riempire" il suo "serbatoio probabilmente vuoto". Le consiglierei pertanto di fare "una tantum" un carico di vitamina con un bolo, anche per via orale, di 300000 unità di vitamina D3 non idrossilata e poi cercare di esporsi al sole quanto possibile. Secondo gli studi più recenti, attualmente si considera normale un valore di 25OHvitaminaD minimo di 75 nmol/l. Cordialità


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Malattie metaboliche dell'osso

  5. #5
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    La ringrazio Dr. Coli';
    vedo anche che Lei esercita nella mia zona d'origine.

    Io stesso parlando col medico curante dell'esito dell'esame chiesi se fosse stato opportuno integrare questa carenza; ma lui stesso mi ha detto che è sufficiente che mi esponga maggiormente al sole durante l'estate e in autunno ripeteremo gli esami.

    Ho chiesto anche se era il caso che mi preoccupassi per un'eventuale forma di osteoporosi od osteomalacia, dato che non so da quanto tempo persista questa carenza di vitamina D; se fosse stato il caso di controllare anche la massa ossea, visto la debolezza muscolare e la stanchezza; e sempre il medico curante mi ha detto che non c'è da preoccuparsi perchè comunque i valori della calcemia erano buoni e che posso anche iscrivermi in palestra tranquillamente già da adesso.

    Io in questo momento sto integrando un po' con Supradyn; pensa che la mia carenza (45nmol/l) sia grave?

    Cosa mi consiglia?

    Cordialmente La saluto.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 127 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Il valore di vitamina D riscontrato non è grave ma sicuramente insufficiente. Credo di averle già espresso nel mio consulto precedente cosa ritengo debba fare, sempre controllando anche il valore della calciuria nelle 24 ore. Cordialità


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Malattie metaboliche dell'osso

  7. #7
    Utente uomo
    Iscritto dal
    2009
    Ma crede che debba fare un esame radiografico per la densità ossea e vedere se forse si' è in presenza di osteomalacia o osteoporosi?
    Perchè ripeto non so da quanto tempo persista questa carenza; potrebbero esserci già delle deformazioni ossee?

    Crede anche Lei che mi possa iscrivere da subito in palestra senza causare problemi alle ossa?



  8. #8
    Indice di partecipazione al sito: 127 Medico specialista in: Ortopedia

    Risponde dal
    2009
    Sicuramente non è necessario eseguire radiografie, ma è necessario valutare LA CALCIURIA DELLE 24 ORE. La palestra può frequentarla tranquillamente. Ci tenga informati


    Dr. Giuseppe Colì
    Specialista Ortopedico
    Malattie metaboliche dell'osso

Discussioni Simili

  1. Risposte: 13
    Ultimo Messaggio: 11/04/2010, 22:24
  2. Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 21/09/2010, 23:00
  3. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 15/11/2010, 23:18
  4. Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 25/08/2009, 20:49
  5. Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 12/04/2011, 09:08
ultima modifica:  17/11/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896