Utente 161XXX
buonasera a tutti,
avendo trovato diversi riferimenti su internet a proposito della correlazione tra influenza e vitamina D, ho provato ad assumere (dal mese di settembre 2009) circa 3g al giorno di olio di fegato di merluzzo.
Oltre che a non ammalarmi di influenza (cosa statisticamente non significativa, vista la bassa virulenza dell'ultima epidemia) ho sorprendentemente riscontrato l'assenza di afte (cosa di cui mediamente soffro all'incirca ogni 2 o 3 mesi). Con l'inizio di maggio e l'esposizione al sole ho interrotto l'assunzione di olio e nel giro di una settimana è ricomparsa l'afta. Supponendo che la protezione derivasse dall'olio di fegato, ho immediatamente ricominciato la "cura" e l'afta si è immediatamente fermata ed è durata un paio di giorni, invece dei soliti 7.
Mi chiedo se esistano evidenze di qualche tipo sulla correlazione tra afta e vitamina D o vitamina A, che dovrebbero essere le componenti principali di tale olio
cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
Guardi sono soprattutto vit C e vit B quelle utilizzate nel trattamento delle afte, ma nell'olio di feg di merluzzo vi sono vit A e vit D che non hanno un utilizzo nella cura delle afte, quindi non vedo relazione tra le due cose.