Utente 162XXX
salve,
mio padre attraverso la Tac risulta avere tumefazioni linfonodali macronodulari in sede laterocervicale destra con densità disomogenea, a livello della loggia di Barety,del mediastino anteriore, della finestra aorto-polmonare, in sede ascellare e in sede mediastinica posteriore.
Normale morfologia e densitometria della ghiandola tiroidea.
Su entrambi gli ambiti polmonari accentuazione del disegno tramitico.gli è stato diagnosticato un tumore occulto.Mio padre è stato sottoposto a chemioterapia mirata a far sgonfiare i linfonodi ma non ci sono stati buoni risultati.Non sappiamo se rivolgerci ad altri oncologi oppure arrenderci in quanto la sede primaria non si trova.Cosa ci consiglia di fare? é possibile che davvero non si riesca a trovare nonostante mio padre abbia fatto ogni sorta di esame dalla TAc completa alla PET ma con risultato fallito esono stati esclusi i linfomi. Ha subito anche l'asportazione di un linfonodo sovvraclavicolare e l'esame istologico ha dato come risultato carcinoma all'intestino ma del tumore non si è trovata la minima ombra.Aspetto sue notizie.
[#1] dopo  
Dr. Carlo Pastore
36% attività
12% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2004
Gentile Utente,

innanzitutto direi di indagare ulteriormente il pezzo asportato (magari mediante metodiche di immunoistochimica) per avere il massimo delle informazioni possibile. Se sono state anche eseguite una gastroscopia, una duodenoscopia ed una pancolonscopia allora bisogna effettivamente catalogare il tumore come di origine occulta. Esistono peraltro dei protocolli disegnati proprio per queste situazioni. Necessario visionare nel dettaglio tutta la documentazione clinica.

un caro saluto

Carlo Pastore
www.ipertermiaroma.it