Utente 381XXX
Buongiorno,
ringrazio anticipatamente per l'attenzione al mio quesito e mi complimento per il bellissimo servizio!!!.
Da ormai più di un anno soffro purtroppo di un fastidioso problema al pene. Inzialmente inizio a manifestarsi con un notevole arrossamento ed un fastidioso prurito sul glande unito ad una secrezione di materiale semi-solido biancastro attorno al glande, ed alla pelle immediatamente sotto, (dopo qualche ora dall'ultima pulizia).
Mi feci visitare da un urologo amico, il quale sospetto una infezione da candida, dopo diverse visite mi prescrisse una confezione di due pastiglie (diflucan) ma senza sortire effetto.
Dopo qualche mese mi fece fare un tampone e fu confermata la presenza della candida. Allora come cura due confezioni di Diflucan, total 4 compresse.
L'arrossamento svani ma dopo poche settimane tornò. Allora ho cambiato medico il quale confermò che sembrava essere una candida e mi diede un trattamento, secondo lui a prova di bomba, fatto di una confezione di antibiotico x una settimana di trattamento (non ricordo purtroppo il nome) e da una pomata Trosyd.
Inziato il trattamento topico notai immediatamente un notevole peggioramento!, la pelle del glande e quella sottostante iniziò immediatamente a screpolarsi e romperse casuandomi notevole dolore/pruirito.
Tornai da questo medico il quale sospetto questa volta la guargione della candida ma la presenza di psoriasi. Mip prescrisse allora una visita da un dermatolgo.
Fatta la visita confermò la psoriasi e mi spiego che la candida non c'era più e che forse non guariva a causa della psoriasi che "creava" un terreno più fertile per il virus.
Mi prescrisse allora un cura di iniezioni di Placentex integro (10 fiale), integratore Maxepa, e pomata per uso topico Flubason da mettere per 5 sere sul glande diluita con un altra pomata neutra vista la delicatezza del pene. La cura sembro funzionare infatti rapidamente tutto tornò in regola... ma dopo un paio di settimane tornò a ripresentarsi... leggermente variata. Non più screpolamento ma macchioline rossastre, prurito e notevoli secrezioni di materiale biancastro che si presentano dopo qualche ora dall'ultimo lavaggio. Per capirci sfregando con il dito il glande viene via in pezzettini questo materiale solido bianco.
Altra visita dallo stesso dermatolgo... che mi riprescrive una cura molto simile, 10 fiale di Placentex integro, 2 confezioni di Maxepa, 4 confezioni di un altro integratore Diathynil, pomata questa volta Gentalin beta da mettere per 5 sere e poi altre pomate idratanti da mettere dopo la fine del trattamento con il gentalin per un mese mattina e sera.
La cura con il genalin funziona bene infatti in 5 giorni tutto torna alla normalità rossore sparito e niente secrezioni...
Inizio con le altre pomate e dopo un paio di giorni nuovamente macchie rosse, più evidenti delle volte precedenti, prurito e secrezioni..
Ora vado avanti da un mese circa... metto il gentalin per qualche giorno e sparisce tutto, appena smetto ritorna come prima. La cosa è molto fastidiosa soprattutto quando ho rapporti sessuali dove evidentemente lo sfregamento causa irritazione e dopo pochi minuti provo un notevole bruciore...
Che posso fare?, tempo che usaere gentalin a lungo termine non sia molto consigliato vista la presenza di cortisone... che mi consigliate?, ho già visto 3 medici per il caso ma purtroppo senza successo...
N.B. soffro da anni di psoriasi in forma molto contenuta e quasi invisibile su braccia e petto, piccolissime macchioline di pelle screpolata che vanno e vengono appena prendo un po' di sole o metto una pomata topica tipo psorcutan.

Ringrazio per l'attenzione e mi scuso per la lunghezza del messaggio.

Federico

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile Federico,

deve sapere che durante la visita dallo specialista VENEREOLOGO (Ll'esperto delle patologie della cute e delle mucose genitali) potrà agevolmente chiarire questa vicenda:

le significo però che la descrizione da lei effetutata e che ho letto con attenzione, non mi sembrerebbe relativa ad un caso di PSORIASI DEL GLANDE (patologia comunque tutt'altro che rara in quella zona).

se vorrà segua il mio consiglio di una nuova visita, ma specifica.

cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA
[#2] dopo  
Utente 381XXX

Iscritto dal 2007
Egr. Dott. Laino,
la ringrazio per la sua gentile risposta.
Per caso conosce uno specialista che visiti nella provincia di treviso?, oppure saprebbe indicarmi come trovarne uno?
Ancora grazie e buona giornata

Federico