Utente 340XXX
Buongiorno,
è circa una decina di mesi che sono soggetto ad una forte caduta di capelli, per ogni shampoo ne posso contare almeno 200 depositati nel fondo del lavandino.
Ho effettuato della analisi del sangue dove si sono riscontrati valori di :
Ferro - 57 ug/dl (53-167)
Ferritina - 9 ng/ml (27-377)
vitamina b12 331pg/ml (100 -700)
tsh 1.68 uU/ml (0,25-6.00)
ft4 1.38 ng/dl (0,70 .1.70).
A questo punto chiedo:
può la mia caduta di capelli essere riconducibile ad una carenza di ferro ?
Qualche amico mi riferiva di aver avuto beneficio con integrazioni di Ferrograd.
Grazie per l'eventuale risposta, e soprattutto per il servizio reso.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
La carenza di ferro nei depositi naturali dell'organismo è un fattore significativo in un "telogen effluvium" - che è l'aumento patologico di capelli maturi, soprattutto a carico del sesso femminile.

E' necessario però chiarire se sussistono motiviazioni organiche a tale carenza, oltre che studiare degli apparati endocrini importanti in questi fenomeni.

Inoltre è necessario capire di che tipo di caduta di capelli si tratti (non ultimi sono i casi di alopecia areata incognita spesso misdiagnosticati in prima battuta)

conservi i suoi amici per la vita sociale e si affidi alle cure del Dermatologo, che è - ricordo - l'unico tricologo esistente..

cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, Roma
[#2] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore,
innanzitutto grazie per la risposta.
Le motivazioni della carenza potrebbero essere collegate ad una colite ulcerosa, malattia cronica dell'intestino, che tra le altre cose mi provoca perdite ematiche.
Per quanto riguarda il dermatologo, lo stesso non ha ritenuto opportuno effettuare alcuna analisi, nè del capello, nè del sangue liquidandomi con una alopecia androgena (semplicemente perchè mio padre ne soffre).
Ho fatto presente allo specialista che vista la mia malattia poteva essere plausibile una carenza di ferro, non è bastato a convicerlo.
Ho insistito con il mio "medico curante" affinchè mi prescrivesse questi esami ed in effetti la carenza di ferro c'era.
Posso approfittare ancora della sua gentilezza chiedendole se, nel caso la caduta derivasse da carenza di ferro, un integratore come il ferrograd mi possa aiutare ?
Grazie nuovamente.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Sappia che nel caso di ALOPECIA ANDROGENETICA MASCHILE(così come classificata dal Dermatologo che l'ha visitata) la carenza di FERRO può avere qualche attinenza, fatto salvo che la causa alberga in tutt'altra situazione androgeno-genetica.
Sarebbe comunque utile studiare la possibile coesistenza di altre situazioni patologiche del capello, come il TELOGEN EFFLUVIUM.

Pertanto, sappia che a prescindere dalla integrazione del minerale, ad oggi è possibile curare l'alopecia androgenetica (LA CALVIZIE) con dei farmaci molto efficaci, sempre prescritti dal dermatologo.

Cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA


[#4] dopo  
Utente 340XXX

Iscritto dal 2007
Gentile dottore,
tengo a precisare che se sono qui a chiedere informazioni è soltanto perchè la visita specialistica, lautamente pagata, non mi ha convinto minimamente.
Il dermatolgo, ha si classificato l'alopecia come androgena ma guardando sommariamente (molto sommariamente) i capelli e facendomi indicare la capigliatura di mio padre su di una tabella (oggi mio padre a 72 anni è un IV livello).
Non ha preso minimamente in considerazione l'idea di farmi fare qualche esame (come le dicevo neanche il ferro), seppur richiesto esplicitamente da me ed infine diceva che da una biopsia del capello non sarebbe uscito nulla.
Chi le scrive, non è persone che ha scelto come via breve i consulti degli amici, ma persona che avendo scelto la via ordinaria, ossia, quella dello specialista ne è rimasto deluso.
La visita specialistica è durata 5 minuti per un corrispettivo di 85 euro.
Ed è per questo che ringrazio per il vostro servizio, perchè tra una visita specialistica ed un'altra, magari QUI si riesce a comprendere qualcosa.
Grazie.
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
ed infatti, gentile utente, la speranza è sempre quella di chiarire dal nostro punto di vista seppur da una sede telematica (quindi per nulla vincolante) alcuni aspetti delle problematiche che i nostri pazienti/utenti ci pongono.

se ben legge quello che le ho scritto, potrà capire che:

- esitono sospetti suppletivi alla sola Alopecia androgenetica
- una visita dermatologica che ha costituito per lei un brutto impatto non è detto che debba essere ripetersi in un'altra esperienza o presso un altro specialista e non per mera difesa della categoria ma per esperienza.

cordialità e disponibilità per ulteriori ragguagli.
Dott. LAINO, Roma