Utente 144XXX
Gentili dottori, ho scopeto da poco di avere dei condilomi perianali, penso di essermene accorto abbastanza presto infatti controllandomi io riesco a vedere solo 2 escrescenze in zona perianale di colore brunastro e dure al tatto. Farò ovviamente un controllo specialistico a giorni ma volevo sapere ( date le molte voci che ho sentito su cure dolorose ) quale potrebbe essere l'approccio meno doloroso dato che su internet ho letto che esistono diverse terapie farmacologiche e non. Vi ringrazio anticipatamente. Cordiali.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Mocci
40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
le terapie farmacologiche sono solo degli integratori per dare una mano al sistema immunitario, ma l'approccio è locale e le lesioni vannop distrutte. Questa distruzione si può fare con mezzi fisici (DTC o Laser) o chimici (meno usati) sennò, a seconda del tipo di condilomi, con una crema. Ma la malattia va prima stadiata con una visita proctologica ed inoltre va valutato non vi siano lesioni HPV anche a livello genitale, con visita e balanoscopia.
Questo , in rapda sintesi, il quadro cklinico. Le altre cose che si leggono sulla rete sono perloppiù cose da ciarlatani.

Saluti

Mocci
[#2] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Aggiungo che esistono anche terapie farmacologiche (immunomodulatori topici) che possono essere impiegati in corso di condilomatosi a prescindere o ad integrazione con altri presidi, ma sono altresì concorde nel giudicare la terapia ablativa (eliminazione fisica del condiloma) la strada necessaria da produrre ed in tempi brevi.

Personalmente ritengonil laser CO2 ultrapulsato l'approccio più soft e meno doloroso in senso assoluto.

Il dermatologo venereologo saprà chiarirle tutto
Dott Laino,
Roma
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Aggiungo che esistono anche terapie farmacologiche (immunomodulatori topici) che possono essere impiegati in corso di condilomatosi a prescindere o ad integrazione con altri presidi, ma sono altresì concorde nel giudicare la terapia ablativa (eliminazione fisica del condiloma) la strada necessaria da produrre ed in tempi brevi.

Personalmente ritengonil laser CO2 ultrapulsato l'approccio più soft e meno doloroso in senso assoluto.

Il dermatologo venereologo saprà chiarirle tutto
Dott Laino,
Roma