Utente 180XXX
Buongiorno.
Circa dieci anni fa ho avuto una cisti sebacea sottocutanea infiammata (o di grasso?) sulla schiena, la quale, dietro indicazione del mio medico curante, è stata trattata con del Gentalin (a base di cortisone). La cisti si è "sgonfiata" per poi infiammarsi un'altra volta nel giro di qualche mese, quando si è rotta lasciando uscire il pus. In seguito la ferita sulla cute si è cicatrizzata e la posto della cisti (è rimasto però "l'involucro") si è formata una piccola fossetta. Il mio medico di base ha detto che si poteva lasciare lì e, se proprio si fosse ripresentato il problema, me l'avrebbe fatta togliere.
Ora, in seguito ad un intervento di mia madre, cui hanno asportato ovaie e utero per una cisti (risultate benigne) e dei fibromi, mi è stato detto da più parti (ma non da medici, ed è per questo che vorrei chiedere un vostro parere) che tutte le cisti possono degenerare, abbastanza facilmente, in forme maligne.. quindi anche nel mio caso!
Vorrei quindi avere un vostro parere in merito, ed un consiglio su come comportarmi.

Grazie.
Andrea

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Le cisti sebacee NON DEGENERANO MAI in forme maligne !!!
Dia retta al Suo curante che sin qui ha dato indicazioni corrette