Utente 166XXX
Buongiorno,
sono una ragazza di 29 anni.
Da piccola ho portato l'apparecchio ortodontico sia mobile che fisso per diversi anni per raddrizzare i denti. Riguardando le vecchie foto posso dire che la situazione è sicuramente migliore rispetto a quando ero piccola ma i miei denti sono ancora sporgenti in avanti.
Ho un palato molto stretto, direi a punta e non ad arcata.
Sono andata all' Istituto Stomatologico di Milano per chiedere un consulto per un eventuale apparecchio dato che vorrei avere una bella dentatura dritta.
Uno dei dentisti mi ha consigliato l'apparecchio Damon System per 30 mesi così da allargare il palato e formare un palato ad arcata.
Un altro dentista sempre dello stesso istituto invece ritiene che il mio palato è molto stretto e con l'apparecchio Damon non risolverò il problema e comunque l'eventuale allargamento non resterà stabile nel tempo. Quindi propone un intervento chirurgico di disgiunzione palatale e un apparecchio ortodontico linguale.
A chi dare ascolto? Io sarei più propensa a mettere il Damon, dato che l'intervento chirurgico mi impaurisce un po'. Fino a che punto si può sperare in buon risultato e stabile nel tempo con l'apparecchio Damon data anche la mia età?
Inoltre, con l'apparecchio ortodontico linguale (senza l'intervento chirurgico) potrei avere eventualmente gli stessi effetti del Damon, di allargamento del palato?
Grazie, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
senza visita e rx impossibile rispondere
vero è che alla sua età l'espansione senza chirurgia è minima e può recidivare oltre a poter provocare danni parodontali ( retrazione ossea e gengivale )
cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
20% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
A 29 anni, per allargare il palato, occorre l'intervento chirurgico.

Vorrei invefe fare chiarezza su DAMON SYSTEM: è una MARCA COMMERCIALE di attacchi ortodontici autoleganti, non è un "apparecchio".
"Apparecchio è un dispositivo individuale assemblato nella sua bocca costituito da attacchi, fili, elastici, molle, bande e altre cose ancora.

Gli attacchi autoleganti fanno esattamente le stesse cose degli attacchi non-autoleganti, ma fanno perdere qualche minuto in meno al dentista nel mettere/togliere/cambiare gli archi.
Offrono anche una frizione inferiore, promettendo una durata inferiore del trattamento, durata però solo teorica dato che la frizione è solo unoi degli elementi (e neppure il più importante) che determina la durata del trattamento.

La marca comemrciale degli attacchi che il dentista monta nell'apparecchio non è una cosa che dovrebbe riguardare il paziente, ma solo il dentista, come la marca commerciale della vettura che usa è una cosa che riguarda solo il taxista e non il passeggero.

Damon viene purtroppo "spacciato" come "sistema ortodontico", o "apparecchio ortodontico", ma è una cosa che riguarda la pubblicità e le strategie commerciali, non la realtà clinica.

Decida lei su quale professionista riporre la sua fiducia.
[#3] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
ma quindi, dato che non me la sento di fare l'intervento chirurgico (perchè non ne ho necessità, allargare il palato è solo un motivo estetico nel mio caso), e dato che l'apparecchio fisso con autoleganti damon svolge più o meno le stesse funzioni di un apparecchio fisso con attacchi non autoleganti, perchè non scegliere l'ortodonzia linguale (ammesso che sia possibile nel mio caso) così sfrutto i benefici estetici di questo apparecchio). giusto? insomma mi pare di capire che quello che viene spacciato come apparecchio damon, ha gli stessi effetti di un apparecchio considerato tradizionale (a parità di condizioni su una stessa paziente).
grazie e cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Marco Finotti
44% attività
8% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
mi spiace ma mi permetto di contraddirla sulla prima parte
allargare il palato non ha una funzione estetica primaria nel senso che allargando l'estetica sì migliora ma non lo si fa per scopi estetici, mentrè è fondamentale per motivi funzionali e fare una cura per poi finire in morso testa a testa o iinverso, allora tanto vale farla.
un apparecchi poi può essere sovrapponibile ad un altro non essendo l'apparecchi a fare la cura ma l'ortodonzista
cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Si faccia fare una diagnosi e piano di trattamento dettagliato con eventuali effetti collaterali (ad esempio possibili danni parodontali).
L'espansione chirurgicamente assistita e/o l'apparecchio fisso (Damon o no, autolegante o no, tanto allarga comunque solo i denti) sono piani di trattamento troppo diversi tra loro, per cui dovrebbe avere ben chiaro cosa si ottiene in un caso e nell'altro partendo dalla sua situazione