Utente 364XXX
Gentili Dottori,ho più volte letto,anche in questo sito,che non c'è alcuna possibilità extrachirurgica di allungamento del pene e che è quindi necessario diffidare di chi propone soluzioni alternative pubblicizzandole sul web.Sono capitato a volte sui siti di questi truffatori e concordo con voi nel ritenerli tali.Ho trovato però,sempre in rete,un andrologo di Milano(forse lo conoscete ma ne ometto il nome per non indurvi a parlarne male ed evitare imbarazzi) il quale è senza dubbio una persona competente in quanto risponde ormai da anni alle più disparate problematiche riguardanti la vostra materia(quelle inerenti alle dimensioni del pene sono una minima parte delle questioni che affronta),e lo fa con una tale dovizia di particolari e rigorosità scientifica che mi viene difficile se non impossibile pensare a lui come ad un truffatore; tanto più che c'è una sua foto,l'indirizzo e il numero del telefono.Per capirci,non sembra uno che abbia da nascondere qualcosa.Costui è certo che con varie tecniche non chirurgiche il pene possa essere allungato in maniera permanente e senza controindicazioni.Cosa devo pensare?Cosa ne pensate voi?Si tratta comunque di un truffatore?Volete che vi fornisca il suo indirizzo web?Ringrazio chiunque intenda intervenire.Grazie ancora,arrivederci.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,credo che il problema non vada inquadrato sotto il profilo di una truffa.Da sempre sono convinto che altro é un micropene,che rientra nel campo delle malformazioni e,quindi,é da curare (anche se il medesimo é estremamente raro),altro é il desiderio di un pene di maggiori dimensioni sia per quanto concerne la lunghezza (falloplastica di allungamento) che lo spessore (falloplastica circonferenziale),e,quindi,rientra nella medicina estetica.Va da sè che il chirurgo dovrebbe,nel esecondo caso,esporre con chiarezza le possibilità reali di "incremento" che possono o meno corrispondere al desiderio "estetico" del Paziente.E' controproducente inseguire l'imbroglio,meglio chiarirsi prima le idee.
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi izzo
[#2] dopo  
Utente 364XXX

Iscritto dal 2007
Gentile Dottore,la ringrazio sinceramente anche per il semplice fatto di aver letto la mia domanda.Ancor più per averle dato una risposta.Ci tengo comunque a sottolineare che le tecniche di cui parlavo e che tale andrologo di Milano propone non sono affatto chirurgiche.Si tratta di esercizi variamente articolati.Quindi la domanda rimane:"Queste tecniche extrachirurgiche sono o non sono efficaci?Se non lo sono,come può un andrologo così "esposto" (vedere il messaggio iniziale)proporle al pubblico e continuare a farlo a distanza di anni?" Grazie mille.
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
caro signore,
queste tecnche extrachirurgiche a mio avviso sono quasi tutte delle truffe ..
cordiali saluti
dott. Giuseppe Quarto
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,credo che si riferisca alle tecniche di "stretcing" penieno sono,a mio avviso,assolutamente inutili,ancorché potenzialmente dannose.Se ne parliamo ancora continuiamo a fare pubblicità...
Cordiali saluti
Dr. Pierluigi Izzo
[#5] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Caro lettore,
il pene può essere, lievemente, aumentato di lunghezza e spessore con modalità chirurgiche spesso costellate da inconvenienti e complicanze non trascurabili.
Le procedure chirurgiche dovrebbero essere effettuate da chirurghi esperti.
Il settore è fonte di grande Business, e quindi molti specialisti si sono "buttati" a capofitto in tale area.
L'unico modo per aumentare, solo la lunghezza pene,in maniera abbastanza modesta, è legato all'uso duraturo degli estensori meccanici. Cosa non facile, mi creda!
Le altre metodologie sono solo "chiacchere"
Non giudichi la qualità dl prodotto dalla "bellezza" delle vetrine e dall'aspetto e gentilezza dei "commessi"!
Cari saluti
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
concordo con quanto affermato dai colleghi che mi hanno preceduto. Purtroppo il problema "dimensioni ridotte del pene nell'adulto" e come risolverlo è un tema molto controverso e difficile dove i confini tra la ciarlataneria e la buona fede sono molto sottili e anche molti di noi hanno conosciuto figure di colleghi ed "affaristi" non sempre limpidi. Fatte queste brevi considerazioni generali dobbiamo poi dire che al momento attuale non esistono soluzioni farmacologiche , trattamenti "fisici" e/o chirurgici clinicamente percorribili su basi scientifiche e capaci di risolvere questo problema e tutti i relativi disagi anche psicologici.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#7] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con i colleghi che mi hanno preceduto