Utente 147XXX
Buongiorno egregi Dottori,

qualce anno fa guardandomi allo specchio mi sono accorto di avere una leggera asimmetria toracica, quasi invisibile se non in particolari condizioni (nel caso sia sdraiato o espiri in modo forzato). Ciò mi ha sempre creato un po di disagi, soprattutto nel caso mi trovi in mezzo a molta gente in spiaggia o in piscina.

In questo periodo ho iniziato a informarmi online su eventuali cause, nomi, soluzioni al mio porblema, e devo ammettere che ho trovato poco o niente che corrisponda al mio difetto, in vista di una futura visita medica.
Ho letto riguardo il petto carenato, che non corrisponde al mio caso, in quano non ha la tipica forma sporgente, o al pectus excavatum ma anche questo non sembra corrispondere al mio disturbo in quanto il mio petto non presenta depressioni. Io ho semplicemente le coste asimmetriche, ovvero da una parte sono più sporgenti che dall' altra, e non sono allineate (ovvero a destra sono più in alto che le rispetive di sinistra).

Volevo sapere di che patologia poteva trattarsi, e soprattutto se era ancora curabille alla mia età (anni 21) o se era troppo tardi.

Volevo inoltre chiedere se era meglio rivolgersi subito a un centro specializzato (e se me ne potete indicare uno nei dintorni di vercelli oppure in piemonte, lombardia o liguria), oppure se rivolgendomi all'ortopedico della mia città rischio esami inutili.

Grazie mille
[#1] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

delle asimmetrie costali antiestetiche tali da comportare fastidio o anche semplicemente disagio, possono essere risolte chirurgicamente.

Lo specialista di elezione è il chirurgo toracico, non l'ortopedico, e vi sono vari centri validi per un trattamento di questo tipo, sia in Piemonte che in Lombardia.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Quindi se ho ben capito conviene andare direttamente da un chirurgo toracico, anzichè passare da una visita ortopedica per fare una diagnosi preventiva delle cause, che risulterebbe inutile?

Se possibile mi potreste indicare dei centri specifici per questo disturbo qui in piemonte che online non ho trovato nulla?

Grazie per la celere risposta...
[#3] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Le ribadisco che le ossa della gabbia toracica (sterno e coste) vengono valutate ed eventualmente curate dal chirurgo toracico, non dall'ortopedico.

Per conoscenza diretta (avendoci lavorato), per poter eseguire tale intervento in ambito SSN, mi sento di consigliarle la Chirurgia Toracica dell'Ospedale S.Croce di Cuneo (Diretta dal Dott. Alberto Terzi).

Per fissare un consulto provi questi recapiti:

0171-642286 Studio Medici
0171-642728 Dott.Terzi
0171-642722 Medico di turno

Cordiali saluti,

[#4] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Le sono veramente grato per le notizie utili che mi ha riferito, nonchè per i recapiti postati...

In attesa della prenotazione della visita volevo fugare alcuni dubbi che mi sono sorti sulle cause di questa asimmetria:

- è possibile che una tale asimmetria sia dovuta ad un errore posturale perpetuato nel tempo nell'età infantile e della crescita. Ad esempio errata postura di seduta, oppure (es. nel mio caso) dormo sempre girato sul medesimo fianco premendo sulla gabbia toracica per ore e ore. Oppure tali asimmetrie hanno sempre cause genetiche?

Buona giornata!
[#5] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Buongiorno,

in genere si riconoscono sia delle cause genetiche che "posturali", anche se queste sono in genere correlate a abitudini/lavori particolari (come ad esempio nei casi di Pectus Excavatum acquisito che un tempo affliggevano i ciabattini, che stavano tutto il giorno a martellare i tachi delle scarpe in posizione seduta e con il piano di lavoro sul grembo...)

Cordiali saluti,

[#6] dopo  
Utente 147XXX

Iscritto dal 2010
Un'ultima curiosità, ma generalmente (e quindi anche nel mio caso) è possibile definire se la causa dell'asimmetria sia dovuta a una causa posturale, dunque acquisita, oppure se non sia dovuto a questo (quindi genetica)?

Oppure una volta che l'asimmetria è presente non è più possibile riconoscerne le cause?
Tutto per pura curiosità personale.

Grazie ancora,

Buona Giornata!!

ps:(vi terrò informati a visita effettuata)
[#7] dopo  
Dr. Paolo Scanagatta
32% attività
16% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Purtroppo in genere non è possibile risalire alla causa delle asimmetrie toraciche (a meno che non ci sia una familiarità, con parenti affetti dallo stesso problema - con varie espressioni di gravità - indice pertanto della presenza di una componente genetica.

Cordiali saluti.