Utente 169XXX
Da circa due mesi ho episodi, in aumento di frequenza, di gonfiore delle labbra e/o dei lati della bocca. Il gonfiore delle labbra appare improvviso in un punto superiore o inferiore, accompagnato da un breve dolore (tipo puntura) e poi sembra "correre" sul labbro; in genere dura qualche ora. Il gonfiore di uno dei lati della bocca appare in particolare di notte e dura circa 2/3 giorni.
Il gonfiore non è doloroso ne pruriginoso; la mucosa della bocca non presenta alterazioni visibili ma cambia (perde) sensibilità.
Non ho mai manifestato allergie particolari ma ho dubbi sui medicinali che assumo giornalmente, tenuto conto che in passato ho avuto reazioni all'aspirina (fragilità capillare al naso) e ad una pasticca per il colesterolo di cui non ricordo il nome( sostituita con CRESTOR), che mi causava forti dolori muscolari
Sono diabetico di tipo 1 e ipotiroideo, per cui assumo, oltre all'insulina lenta e rapida (lispro) anche i seguenti farmaci:
EUTIROX da 100 (dosaggio per tutti i giorni della settimana)
1/2 ASCRIPTIN
CRESTOR da 20mg
Viste le raccomandazioni riportate del foglio illustrativo del Crestor, mi chiedo se sia compatibile con l'EUTIROX. Ho letto poi che alcune aspirine possono causare edemi, per cui mi chiedo anche se l'ASCRIPTIN possa essere causa del mio problema.
In sintesi, avrei bisogno di essere indirizzato su come iniziare a cercare l'origine del mio problema, in modo da affrontarne la soluzione, considerato che i gonfiori cominciano ad essere molto fastidiosi anche in virtù del fatto che sono ben visibili agli altri.
Ringrazio in anticipo per quanto vorrete rispondere.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Salve.
Non mi risulta che la statina (Crestor) sia incompatibile con la tiroxina (Eutirox), anzi.
Il salicilato (Ascriptin) potrebbe teoricamente favorire l'angioedema (e quindi sostituito con un farmaco alternativo), che comunque deve essere valutato anche indipendentemente da tale elemento; pertanto dovrebbe giungere all'attenzione di un allergologo.
Saluti,