Utente 170XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni, compiuti neanche 1 mese fa, dopo diversi episodi di pressione alta, sono andato a fare una visita
cardiologica.
Il medico mi ha praticamente spiegato che o cambio il mio stile di vita oppure dovrò prendere una mezza pillola per la pressione. Sinceramente però vorrei un consulto da parte di un altro medico, anche perchè modificare stile di vita o legarmi a una pillola a 29 anni mi sembra un esagerazione
Vi riporto i risultati della visita


Anamnesi: familiarità per CV;tabagismo,crisi ipertensive

PA: 130/90 mmHg. Attività cardiaca ritmica,
non soffi cardiovascolari, non segni di stasi polmonare

ECG: ritmo sinusale a FC 87bpm, PQ 0.11s, QRS 0.09s,
ai limiti della norma

Ecocardiogramma: Camera ventricolare sn nei limiti con spessori parietale
e settale lievemente aumentati.

Funzione contrattibile globale e segmentaria conservata del Vsn FE stimata 69%

Mitrale normocinetica con buona escursione dei lembi valvolari.
MAPSE 12mm. Funzione diastolica ai limiti della norma in codizione
basale, dopo valsava E/A 0.75

Atrio sn di dimaetro normale. Bulbo Aortico nei limiti. Al CD velocità max di flusso
anterogrado 1.0 m/sec

Sezioni destre nei limiti (ventricolo destro 4.0 cm ed atrio destro 3.1 cm).
Normale funzione diastolica.
Funzione sistolica ventricolare destra normale
TAPSE 19mm. Lieve rigurgito valvorlare tricuspidale con normale
stima della pressione polmonare sistolica
di pico (1.25 m/s e PSVD 16mmHG).

Un ultima cosa, come mi è stato consigliato, sto monitorando la pressione quasi giornalmente e ho notato che anche a distanza di 30 minuti la mia pressione cambia da un eccesso all'altro esempio:
A riposo , in stato tranquillo senza ansia o stress, 150/100 , 30 minuti dopo 130/70

Attendo fiducioso un vostro parere.
Distinti saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Il suo cardiologo ha verosimilmente ragione. Al cuore non intessa se quei 90 mm di Mercurio di pressione diastolica siano legati ad un arrabbiatura, o ad una gioia, od al fatto di esser dal dottore. Sta di fatto che lo spessore della parrete del ventricolo sinistro rilevato all eco spessori di parete aumentati. Lei è un giovane fumatore, quindi evidentemente non ha paura di ictus, infarti e tumori del polmone. Dia retta a me. Smetta di fumare. Subito. Se non lo fa vuole di che non ha paura. Arrivederci
[#2] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Buona sera di nuovo,
volevo riferirvi l'evoluzione che sta avendo la mia pressione ed eventualmente , vi sarei grato, se mi consigliaste eventuali controlli.

Premetto che ho drasticamente ridotto il fumo, 5 sigarette al giorno, sto cercando di smettere ma non mi viene facile, sto conducendo una dieta iposodica e prendo al massimo 1 caffè al giorno.

Volevo iniziare l'attività fisica, così mi sono recato dal mio medico curante che mi ha al momento, negato il certificato, infatti sembrerebbe che la mia pressione diastolica sia salita dai 90mm di quasi un mese fa a 100/110mm.

Mi è stato detto di effettuare delle analisi di routine più valori tiroidei e un holter pressororio.

Le analisi sono state fatte oggi, ma avrò i risultati fra due giorni e l'holter potrò farla solo a fine mese.
Ci sono altri controlli che si posso fare oltre a quelli sopra citati e a quelli effettuati alla prima visita cardiologica???

Grazie in anticipo
Distinti Saluti

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Smetta di fumare completamente. E cammini almeno un ora al giorno, è la migliore attivita fisica che non richiede alcun certificato.Programmerei holter pressorio. E stia tranquillo. Cecchini
www.cecchinicuore.org
[#4] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Egregio dottor Cecchini.
Ho effettuato un hotler pressorio i risultati sono questi:

Periodo Attività:

SIS : Med. 141 Min 129 Max 160
DIA : Med. 86 Min 73 Max 105
MAP : Med. 105 Min 93 Max 125
FC : Med. 107 Min 93 MAx 126
Ampiezza PA 55
SIS > Limite 23(48%) >140mmHg
DIA > Limite 14(29%) >90mmHg
MAP > Limite 2 (14%) >120mmHg
FC > Limite 41(85%) >100bpm

Periodo Riposo:

SIS : Med. 118 Min 95 Max 146
DIA : Med. 69 Min 49 Max 80
MAP : Med. 85 Min 64 Max 102
FC : Med. 90 Min 73 MAx 119
Ampiezza PA 49
SIS > Limite 6(35%) >120mmHg
DIA > Limite 0(0%) >80mmHg
MAP > Limite 1(6%) >100mmHg
FC > Limite 13(76%)>80bpm

Nei grafici che non riesco a riportare sono presenti sempre degli alti e bassi, in particolare in due momenti della notte la pressione è scesa fino a 95/49, rialzarsi alla misurazione seguente a 111/72 e poi riscendere a 98/54.
Premetto che sono riuscito a smettere di fumare da circa 1 settimana, alla luce di questi risultati è possibile che io non debba seguire terapie???
Distinti Saluti
[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Penso che se fossi il suo Cardiologo le consiglierei una terapia anti-ipertensiva. Ma consulti il Collega che la segua. Cordialita'.
cecchini
[#6] dopo  
Utente 170XXX

Iscritto dal 2010
Salve la ricontatto perchè sto avendo diversi disturbi, forse legati al mio quadro pressorio.

all'epoca il mio medico base di seguito alle analisi qui in alto, ha deciso che una sana dieta, smettere di fumare e attività fisica potevano bastare per ridurre la mia pressione.
Ho seguito scrupolosamente uno stile di vita più adatto ma di fatti la pressione è sempre stata quella misurata nell'holter se non che in media è più bassa di 5/10mg.

Da 1 settimana ho un dolore lieve ma quasi perenne al rene sx, ho fatto come ordinato dal mio medico curante analisi urine complete e ecografia che mi accingo a fare nel giro di 2-3 giorni.
Le urine sembrano ok se non per "tracce lievi di Albumina" e "tracce di ossalato di calcio"

Le volevo chiedere, in attesa dell'ecografia addome, il fastidio che sto avendo ai reni può essere dovuto alla pressione alta che sto tenendo sotto controllo ma che di fatto non sto curando farmacologicamente come anche lei aveva proposto??
Ultimamente ho poca fiducia nel mio medico curante, avrei bisogno di un consiglio esterno...

Distinti Saluti
[#7] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Lei abbia fiducia, invece, nel suo medico curante, e controlli l'esame urine e l'andamento dell'albuminuria.
cordialita'
cecchini