Utente 162XXX
Salve,
volevo sapere se ci sono delle terapie, naturali o farmacologiche, per prevenire la rottura dei capillari.
Grazie per l'attenzione,
buona serata.
[#1] dopo  
Dr. Domenico Brunetto
20% attività
0% attualità
12% socialità
MESSINA (ME)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2009
Gentile Signora,
in realtà i capillari non si "rompono", ma si dilatano soltanto. Il termine corretto del quadro da lei attenzionato è "teleangectasie", con cui si indica la dilatazione (ectasia) della parte terminale (tele) dei vasi (angio).
Una vera prevenzione efficace ed esaustiva purtroppo non esiste, poichè l'elemento responsabile non sta in una causa ben precisa, ma in una predisposizione costituzionale geneticamente indotta.
Certamente ci sono fattori scatenennti come la stasi, l'obesità e il sovrappeso, l'esposizione diretta al calore (non il sole ma CALORE), che giocano un ruolo importante e quindi andranno evitati.
Utili sono gli estratti di mirtillo, ippocastano e la diosmina (estrattiva o di sintesi).
Il ruolo più importante però è svolto dalle calze elastiche, ovviamente della linea preventiva. E cioè da 70 o 140 den.
Le ricordo che non è utile evitare il sole! Basta bagnarsi spesso, tenendo così la temperatura della pelle non troppo alta.
La terapia è sempre quella classica delle iniezioni sclerosanti o il trattamento LASER, non scevro da complicanze!

Spero di essere stato utile.
Buone vacanze.
D. B.