Utente 422XXX
Un gentile saluto a tutti gli esperti che gentilmente aiutano migliaia di persone anche semplicemente rispondendo,dando così coraggio a persone,che,come me hanno un pò di vergogna nell'affrontare argomenti delicati ma che devono necessariamente essere affrontati.
Mi presento: mi chiamo Salvatore e scrivo dalla provincia di Agrigento,comincio a raccontare la mia storia e mi scuso anticipatamente per la lunghezza della stessa.
Allora:diciamo che da quel che ricordo da piccolo ho avuto sempre una curvatura dorsale(mi pare si dica così quando la curvatura è verso l'alto);tale curvatura è quasi parallela alla pancia e non riesco neanche ad abbassare il pene senza provare un minimo di dolore.circa 5anni fa stavo con una ragazza con la quale non abbiamo avuto rapporti sessuali mo solo petting abbastanza spinto,in quel periodo non ho mai avuto problemi di erezione anzi...anche al mattino si presentavano abbastanza forti.l'anno scorso(da giugno a settembre)ho lavorato in Sardegna come animatore turistico e come era da previsione ho conosciuto moltissime ragazze(con le quali speravo di avere finalmente rapporti sessuali).
con la prima ragazza è stato completamente un disastro,non ho avuto la benchè minima erezione(ansia da prestazione immagino boh)con la seconda ragazza ho avuto l'erezione al 50% e non sono riuscito a penetrarla,andando a finire alla terza ragazza premetto che mi piaceva davvero tantissimo ed istaurammo subito un ottimo feeling sia nell'ambito del dialogo sia nell'ambito erotico(ci capivamo a meraviglia) e la cosa mi eccitava da paura finche la sera mi invita a casa sua e ho avuto l'erezione al 70%riuscendo a penetrarla seppur con qualche fastidio e dal momento che l'erezione non era al 100x100 la curvatura non mi dava problemi.ritornato a casa conosco un altra ragazza e lei voleva assolutamente rapporti sessuali.capirete che con tutto quello che avevo passato la paura regnava sovrana e inventavo delle scuse per posticipare l'avvenimento.mi vergognavo a parlare ai miei.comunque arrivai al punto di non poter più posticipare e andammo a casa di un mio amico e mi succede la stessa cosa che con la terza ragazza in sardegna cioè erezione 70% glande per niente gonfio anzi flaccido moscio.l'indomani mi accorgo che mi si era rotto un pò il frenulo e a quel punto mi sono tranquillizzato sperando che il problema fosse appunto il frenulo,cosi lo dissi a mio padre e andammo da un chirurgo(e io non gli dissi i problemi che avevo avuto in precedenza purtroppo)cosi feci la frenuloplastica e il chirurgo mi disse che potevo riprendere l'attività sessuale dopo un mesetto circa.l'euforia e la contentezza erano alle stelle:finalmente potevo avere quella vita sessuale che mi era stata negata dal frenulo.passati quasi due mesi conosco una ragazza e la invito subito a casa mia cosciente del fatto che non c'erano più problemi e tac. riecco l'insorgere degli stessi problemi di prima,capite?gli stessissimi odiosissimi problemi.navigando un pò sui vari siti e specialmente su medicitalia mi rendo conto che il problema non era il frenulo(che comunque bisognava toglierlo lo stesso perchè crto)ma si individua di più al pene curvo congenito con associarsi di deficit erettile.al mattino non ho più erezioni e per avere una minima erezione in più devo stare seduto con la base del pena quasi in mezzo alle gambe e se sto in piedi a pene libero erezioni quasi nulle.non ho problemi di desiderio sessuale anzi quello non mi manca ma non so più che fare.tral'altro ora insorge un altro problema:tra quindici giorni vado a vivere a Roma per studiare Infermieristica alla Sapienza e non ho di certo soldi per affrontare visite private ho interventi costosi.non ho neanche il tempo qui di visitarmi perchè sono tutti in ferie e devo aspettare per forza il che non mi aiuta perchè devo andare a Roma.mi ri-scuso per essermi dilungato parecchio e vi chiedo gentilmente qualche consiglio.cosa posso fare?ci sono dottori tra di voi che prestano servizio a roma convenzionati con SSN?xchè come ripeto sono senza soldi
sono estremamente disperato vi prego aiutatemi
grazie a tutti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,da quanto racconta si evince che la curvatura non é tale da impedire un coito.Comunque La invito a procurarsi una documentazione fotografica da mostrare all'andrologo che La visiterà a Roma e che potrà contattare consultando il sito www.andrologiaitaliana.it.Rimane il deficit erettile sulla cui genesi mi rifarei al giudizio dell'andrologo,anche se é palese come gli aspetti psicosessuologici riverberino pesantamente sul Suo caso.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2007
Gentilissimo Dr. Pierluigi Izzo la ringrazio di cuore per aver avuto pazienza a leggere tutta la storia e a rispondermi cosi tempestivamente. beh le dirò che quando ho avuto i rapporti se l'erezione fosse stata al 100% non sarei stato in grado di penetrare. ne sono sicuro in quanto ogni tanto mi capita quell'erezione per qualche secondo e le assicuro che non sarei in grado di penetrare se con la posizione da seduto.
La ringrazio ancora di cuore e spero anche che altri Dottori mi daranno il loro parere
grazie ancora
cordiali e sinceri saluti
[#3] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
4% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
in accordo con il collega urologo le consiglio di affrontare la problematica di cui soffre da un punto di vista complessivo: quindi con consulenza e visite urologiche affiancate a consulenze e visite presso medici specializzati in psicosessuologia.
Cordialmente.
[#4] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile Salvatore,
il quadro che ci descrive è in effetti compatibile con marcata curvatura congenita dorsale. E' verisimile che le erezioni subottimali siano il risultato di ansia da prestazione e non costituiscano un deficit erettile su base organica. Tutto ciò con i limiti interpretativi del Web!
Concordo con il suggerimento di una documentazione fotografica del pene in massima erezione e successiva visita andrologica.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#5] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Concordo con i colleghi, nel cosigliatle una visita uroandrologica
[#6] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2007
BUONGIORNO A TUTTI,
vi ringrazio di cuore per i consigli ed effettivamente il deficit potrebbe non avere cause organiche in quanto ogni volta sono terrorizzato visto i precedenti.l'altro mio problema è che ora lascerò il mio paese trasferendomi a roma per studiare infermieristica e quindi essendo studente e comunque economicamente la mia famiglia non potrebbe affrontare tante spese anche perchè siamo 2figli a studiare all'università solo con lo stipendio di mio padre e (come spero)di troare lavoro solo una volta a settimana perchè la facoltà è molto impegnativa e obbligatoria la frequenza.mi chiedevo se a roma avrei la possibilità di affrontare il tutto magari pagando il semplice ticket.c'è qualcuno a roma convenzionato?ho provato su www.andrologiaitaliana.it ma di pubblico non spunta niente. anche se sono residente in sicilia si può fare a Roma?non so più che fare ormai ho 23anni e non posso permettermi di perdere un anno.
sono veramente molto confuso.
comunque vi ringrazio sempre di cuore per la gentilezza e la pazienza avuta
cordiali saluti
[#7] dopo  
Utente 422XXX

Iscritto dal 2007
buongiorno di nuovo a tutti.
mi chiedevo sempre se a Roma ci sono centri pubblici di andrologia perchè essendo studente non potrei permettermi purtroppo di spendere tanti soldi.
anche se sono residente in sicilia se vado in un centro pubblico a roma devo pagare?
grazie a tutti