Utente 289XXX
Circolo venoso superficiale incontinente all'ostiosafeno..........


Premessa
Ho 56 anni altezza 177 cm peso 75 / 78 kg estate / inverno, pratico 35 / 45 minuti al gg di movimento : 10 / 15 min. di riscaldamento ( passo veloce ) 20 / 25 min. footing effettuato di mattina presto ( ore 6 ) in zona a pineta.
In condizioni normali , riposo: Pressione 85 / 130, battito 56 / 58 al min.
Esami del sangue ogni sei mesi rilevano ( ultimi ) 135 di glicemia, Colest. tot. 207 - colesterolo LDL 121, colesterolo HDL 68 , il resto è OK.
Circa 15 / 18 mesi fa notai che le vene del polpaccio destro si erano gonfiate in alcuni punti, non ci ho prestato attenzione, perchè sono sempre state molto evidenti, più che sulla gamba sinistra; inoltre a meta coscia destra lato interno vi è un rigonfiamento " ritorto " della vena.
A più riprese ho avuto gonfiore alla caviglia destra ed ho imputato la cosa ad una tendinite anche perchè il dolore era localizzato li ( eventi accaduti dopo sforzi prolungati e / o di corsa su sabbia ) .

Da circa due mesi i gonfiori delle vene sono aumentati e il medico di base viste le vene, e saputo che il nonno materno soffriva di flebite , e mia madre anche, mi ha assegnato l'Avernum 500 e l'esame ecocolordoppler agli arti inferiori, cosa che ho fatto , ed oggi ho ritirato l'esito.

Riporto il Referto:
Circolo venoso profondo pervio, ben modulato, dagli atti del respiro.
Manovre di Valsalva negative bilateralmente.
Circolo venoso superficiale incontinente all'ostiosafeno - femorale la safena interna destra.
Insufficienza tronculare a livello del ginocchio e della safena interna di destra.

Vorrei mi fosse consigliata una struttura pubblica od anche privata dove fare tutti gli accertamenti del caso in zona Roma oppure Treviso / Brescia, dove Ho possibilità di soggiornare in casa di parenti.-
Inoltre vorrei sapere se questa insufficienza può causare problemi di tenuta erettiva ( cessato lo stimolo sessuale è come se perdesse pressione molto più velocemente di alcuni mesi fà - magari è solo una mia sensazione) .

La sola idea di non poter più correre o muovermi con la mia consueta padronanza del corpo mi fa stare male .

Cordiali Saluti
Francesco

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
il problema evidenziato è molto comune, si tratta di semplici varici safeniche che attualmente possono essere trattate in vari modi. L'importanza di trattarle consiste nel ridurre il rischio di complicanze in futuro, specie se esiste familiarità.
Inoltre si hanno benefici sui disturbi riferiti.
Nulla a che vedere invece con il problema erettivo, che non ha riferimenti rispetto alle varici.
Per la domanda specifica sui centri dove tratarle nella zona richiesta, La invito a visitare il sito www.forzanini.it dove potrà ottenere tutte le informazioni richieste. cordialità,
[#2] dopo  
Utente 289XXX

Iscritto dal 2004
Egr. Prof.
La ringrazio della risposta , breve ma esauriente, per essere pronto ad una eventuale visita, devo fare degli altri esami specifici, oppure verranno effettuati presso un centro ospedaliero, o, privato convenzionato?

cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Mario Forzanini
24% attività
0% attualità
16% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2002
un buon ecocolordoppler è di solito sufficiente, insieme alla visita, per prendere provvedimenti terapeutici. Nel mio sito www.forzanini.it potrà trovare i recapiti telefonici a cui rivolgersi per una visita.
Allo studio privato di Brescia (0303757707) o in clinica (0302910306). La visita è in regime privato, mentre l'intervento, se necessario, può anche essere condotto in regime di convenzione. cordialità,