Utente 182XXX
EGREGIO DOTTORE/ESSA, VENERDI' IL MIO FIDANZATO HA AVUTO UN INCIDENTE SUL LAVORO. HA RIPORTATO LA TOTALE LACERAZIONE DEL POLPASTRELLO DL DITO MEDIO DELLA MANO DESTRA CON PERDITA DI SOSTANZA. AL PS HANNO PROVVEDUTO A FARE UNA MEDICAZIONE CON DELLA TINTURA HANNO FATTO LA LSTRA A DITO E MANO E IL REFERTO DI TRAUMA OSSEO è FORTUNATAMENTE NEGATIVO.GLI HANNO APPLICATO UNA SPUGNA CICATRIZZANTE LA FASCIATURA E GLI HANNO PRESCRITTO UN ANTIBIOTICO.GLI HANNO DETTO CHE LE MEDICAZIONI DOVEVA FARLE DAL MEDICO CURANTE,COSI' LUNEDI' HA FATTO LA PRIMA E IL DOTTORE GLI HA LACIATO QUELLA FAMOSA SPUGNA E GLI HA LAVATO IL DITO E APPLICATO UNA GARZA CICATRIZZANTE E GLI HA DATO APPUNTAMENTO PER OGGI MERCOLEDI' 17. QUESTO POMERIGGIO QUANDO HA FATTO LA SECONDA MEDICAZIONE SI E' SUBITO ACCORTO CHE SI E' FORMATA LA CROSTA,MA IL DOTTORE HA DETTO DI DOVER ANDARE DOMANI MATTINA IN PS PERCHE' IL DITO HA UN CATTIVO ODORE ANCHE SE HA DETTO CHE NON VI E' PUS.PREMETTO CHE AL MIO RAGAZZO IL DITO NON DA QUASI DOLORE (CIOE' NON GLI "BATTE") E HA SOLO UN PO' DI FEBBRE (37.2).LA SUA PAURA E' L'AMPUTAZIONE DI PARTE DELLA FALANGE DOVUTA A NECROSI DEI TESSUTI,SECONDO LEI E' POSSIBILE UNA COSA DEL GENERE?PERCHE' TUTTA QUESTA URGENZA DI FARLO RIVEDERE DA UN CHIRURGO?LA NOSTRA PREOCCUPAZIONE E' DOVUTA AL FATTO CHE E' IL SECONDO DITO CHE LUI SI INFORTUNA,SOLO CHE LA PRIMA VOLTA SI TRATTAVA DELL'INDICE DELLA STESSA MANO E C'ERA COMPROMISSIONE OSSEA E UNGUEALE. IL CATTIVO ODORE E' NECESSARIAMENTE UN FATTO COSI' NEGATIVO COME CE L'HA FATTO APPARIRE IL MEDICO CURANTE.GRAZIE DELLA VOSTRA IMMENSA PROFESSIONALITA' CHE METTETE A NOSTRA DISPOSIZIONE E DELLA RISPOSTA,PERCHE' LA PAURA DELLA DIAGNOSI E' DAVVERO TANTA.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

non mi preoccuperei più di tanto.
Certo, è preferibile fare un controllo dallo specialista, ma a meno che tali ferite non siano molto contaminate, è difficile che si infettino.

Ma anche se fosse, basta fare una normale disinfezione locale e un'antibiotico-terapia per scongiurare tale rischio.

Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
GENTILISSIMO DOTTORE, E' PROPRIO COME HA DETTO LEI,OGGI HA FATTO UN CONTROLLO DAL CHIRURGO IL QUALE HA ESCLUSO INFEZIONI,L'UNICA COSA GLI HA DETTO DI PROSEGUIRE CON L'ANTIBIOTICO E DI CONTINUARE LE MEDICAZIONI ANCHE DAL MEDICO CURANTE,L'IMPORTANTE E' TENERE PULITA LA FERITA E CERCARE PIAN PIANO DI RIMUOVERE LA CROSTA CHE SI E' FORMATA IDRATANDOLA POICHE',COSI' HA DETTO IL CHIRURGO, NON E' UNA VERA E PROPRIA CROSTA MA RESIDUI DI SANGUE RAPPRESO CHE VANNO ELIMINATI PIAN PIANO.
UNA DOMANDA CHE PREME MOLTO AL MIO RGAZZO: IL DITO TORNERA' COME ERA PRIMA O SI NOTERA' TANTO LA DIFFERENZA? LA DOMANDA PUO' SEMBRARE BANALE,MA LUI 4 ANNI FA, QUANDO GLI E' SUCCESSO AL PRECEDENTE DITO(CHE NON E' TORNATO COME PRIMA,MA HA ACQUISITO UNA FORMA COME UN TOPOLINO)HA AVUTO MOLTI PROBLEMI,SEMBRAVA UNA VERA E PROPRIA DEPRESSIONE E USCIRNE NON E' STATO SEMPLICISSIMO,L'HO FATTO AIUTARE DA UN MIO COLLEGA PSICOLOGO.GRAZIE DAVVERO MOLTO PER LA SUA PRONTA E CORRETTISSIMA RISPOSTA.
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

tutto dipende dall'entità della perdita di sostanza del polpastrello: è impossibile per me darle una risposta precisa non avendo visto direttamente la situazione.

Nel caso di piccole-medie perdite di sostanza, in genere la cicatrizzazione "per seconda intenzione" ridà un aspetto pressochè normale al polpastrello (può residuare un'area di parzale insensibilità o di alterata sensibilità).

Le la perdita di sostanza è maggiore, si preferisce allestire un "lembo omodigitale" (a volte due) di tessuto vascolarizzato e sensibile che viene fatto "scivolare" verso l'estremità per coprire il difetto dovuto al trauma.

Cordiali saluti.