Utente 125XXX
Gentili medici,
gredirei un vostro parere riguardo alla mia situazione clinica abbastanza complessa:
Circa due anni fa ho cominciato ad accusare leggeri bruciori alla punta del pene, fitte al fianco sx senso di pesantezza testicolare.....mi sono rivolto subito ad un urologo che mi ha diagnosticato una prostatite prescrivendomi tavanic per 20 gg + topster supposte per 10.
Al termine della terapia nessun miglioramento, per un anno intero sono stato sottoposto a cicli continui di antibiotici e antinfiammatori senza alcun miglioramento.
Decido così di rivolgermi ad un altro urologo ( che mi ha dato subito estrema fiducia ) il quale mi dice di sospendere subito ogni trattamento farmacologico in quanto la mia non è una prostatite batterica ( urinocoltura e spermiocoltura negativi ) consiglindomi un integratore FERDOL compresse per 2 mesi.....dopo il trattamento inizio ad avere qualche risultato.
Nel frattempo su consiglio dello stesso urologo eseguo accertamenti RMN lombosacrale che evidenzia una protrusione L4- L5, inoltre da una radiografia emerge scoliosi e cifosi, mi reco da un ortopedico che giudica queste patologie ininfluenti sui mie sintomi........
Prlando con un mio amico fisioterapista visto che i dusturbi aumentano stando molto in piedi per diverso tempo mi viene consigliata una visita da un osteopata.....che ne pensate???
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

da quanto lei riferisce il parere dell'ortopedico che l'ha visitata è certamente condivisibile.
Lei comunque continua a star male ed ha il diritto di trovare una soluzione; un consulto con un esperto osteopata potrebbe risultare interessante, se sarà le via giusta i risultati non tarderanno a manifestarsi.

Cordialmente.