Utente 130XXX
buongiorno a tutti, ho gia' parlato del mio problema su questo forum e siete stati sempre molto disponobili, riepilogo in breve; mio figlio, ora quasi 2 anni di eta' e' stato operato a 20 gg per trasposizione dei grandi vasi e chiusura del div. il suo postoperatorio e' stato molto complicato da una forte ipotensione ma fortunatamente i medici sono stati eccellenti ed oggi mio figlio sta' benissimo, cresce e' attivo e dai vari controlli fatti i cardiologi dicono che sta' molto bene. volevo chiedere questo: ogni volta nel referto vengono riportati dei piccoli residui dell'intervento ai quali i medici dicono di dare poca importanza proprio perche' a seguito dell'intervento, per esempio vi elenco il risultato dell'eco fatto ieri: BUONA CINESI GLOBALE(conservata),
LIEVE IPOCINESIA SETTALE IN SEDE
ANTERO APICALE(loro dicono dipenda dalla "toppa" applicata per chiudere il div)
LIEVISSIMA INSUFF. MITRALICA SENZA SIGNIFICATO.
LIEVE INSUFFICIENZA VALV. POLMONARE 1,8 m/s
LIEVISSIMA STENOSI SOPRAVALV. AORTICA SENZA NESSUN GRADIENTE
BUONI RAMI POLMMONARI, NESSUN DIFETTO SETTALE RESIDUO. ARCO AORTICO ESENTE DA PATOLOGIA.
RITMO SINUSALE, BBD PARZIALE,TONI E POLSI PRESENTI E VALIDI
FE= 55%
volevo sapere cosa ne pensate, e poi un'altra domanda perche' la frazione di eiezione a distanza di alcuni esami a volte risulta 68% a volte 55% a volte 58%, siamo comunque nella norma? scusate un po' d'ansia e vi ringranzio anticipatamente..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
L'eco del bimbo è perfetto. Viva serena, i colleghi del Bambin Gesù hanno fatto un lavoro eccellente.
La misurazione dell'EF non sempre è precisa perchè a volte è ispettiva, ovvero non misurata ma solo giudicata a occhio, quindi suscettibile di piccole variazioni.
Saluti
[#2] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
grazie di cuore per la risposta immediata, e soprattutto perche' mi sento piu' tranquillo. mio figlio e' stato operato dal dott. amodeo, una persona fantastica come lei credo gia' sapra'; non e' facile dopo tutto quello che abbiamo passato riuscire a stare tranquilli anche se il mio bambino e' cosi' energico che ce lo fa' dimenticare. visto che e' stato cosi' gentile volevo chiederle se comunque la
FE rientra nei parametri visto che ho letto che di solito e' nel range 50-70%, e un'altra cosa, se secondo lei per quello che le ho elencato,possiamo stare tranquilli anche per lo stato coronarico del bambino visto che i dottori ci dicono che quelli sono episodi che se accadono si verificano nell'immediato e cmq sia dall'eco che da l'ecg non si evidenziano problematiche del genere e l'ipotensione estrema che mio figlio ha avuto poche ore dopo l'intervento e' da attribuire all'intervento stesso e non alle coronarie altrimenti i danni si sarebbero visti. lei cosa ne pensa? grazie di cuore ancora e perdoni le tante domande.
[#3] dopo  
101860

Cancellato nel 2013
Dopo un intervento cardiochirurgico, direi che l'EF 55% rientra nella normalità; come dice lei, i problemi coronarici, se presenti, sono nell'immediato periodo perioperatorio e non a distanza di mesi.
Consideri suo figlio guarito. L'equipe cardiochirurgica ha fatto davvero un gran lavoro. Penso sinceramente che i cardiochirurghi pediatrici abbiano una marcia in più rispetto agli altri colleghi per la loro capacità di intervenire sui bambini, picccoli malati, indifesi ed innocenti.
Vivete sereni.