Utente 183XXX
Gentili dottori spero mi possiate aiutare a capire di più il mio problema:Un anno fa ho cominciato con una tosse persistente che mi ha portato a fare dei controlli allergici,pneumologici e gastrointestinali che la mia allergologa mi ha consigliato per trovare il motivo della mia tosse stizzosa.Ho fatto la spirometria con metacolina e il risultato e stato l'asma,ho fatto tutte le prove allergiche e sono risultate negative,infine ho fatto la gastroscopia e i l risultato è stato una piccola ernia iatale senza evidente reflusso esofageo.Seguo una cura con foster spray per l'asma,lucen penso che per la ernia ma la mia tosse ancora persiste e io non ne posso più con la tosse,sento sempre questo fastidio in gola che mi fa tossire e accuso episodi sporadici di vomito quando mi viene la tosse persistente che non capisco se è un attacco di asma o è dovuto alla ernia,comunque io vorrei una soluzione che mi faccia stare meglio sopratutto perche io sono una cantante quindi la tosse mi irrita anto la gola e le corde quindi capirete che faccio fatica a svolgere il mio lavoro.Vi ringrazio in anticipo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Buongiorno,
dato che la tosse persiste nonostante il trattamento in atto, sarebbe utile completare la valutazione con una visita otorinolaringoiatrica per eventuali altre cause (dando per scontato che non assume altri farmaci e che stia già facendo la terapia gastroprotettiva a dosaggi congrui).
Saluti,
[#2] dopo  
Utente 183XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr.Marchi La ringrazio per la vostra risposta,ho dimenticato scrivere che la visita otorinolaringoiatrica l'ho già fatta ed è tutto nella norma,non ho polipi nasali ne noduli nelle corde vocali.Lei considera che sia prudente pensare a l'intervento laparoscopico per togliere la ernia?
[#3] dopo  
156628

Cancellato nel 2015
Prima di pensare ad un intervento chirurgico (che potrebbe anche non risolvere il problema) sarebbe bene vagliare tutte le possibilità alternative. Deve discuterne con i medici che hanno avuto la possibilità di valutare il caso, e in primo luogo con il Suo curante.
Saluti,