Utente 186XXX
Egregi Dottori buonasera. Ho un problema che vorrei porre alla vostra attenzione: mia filgia di 14 anni dopo un trauma nel giugno 2008 ha risportato una lussazione dell'ulna, con u gesso x 6 settimane il problema sembrava risolto, ma non era così, il dolore è tornato e forte, allora è stata fatta una RMN con contrasto, il referto dice:SI IDENTIFICA UNA SOSPETTA LESIONE DEL LEGAMENTO COLLATERALE ULMARE. I REPERTI DEPONGONO PER LESIONE DELLA CAPSULA ARTICOLARE MEDIALMENTE. Non contenti è stata fatta anche la TAC bilaterale ai polsi il cui referto è:
LA RICOSTRUZIONE VIENE ESEGUITO SULL'ACQUISIZIONE IN POSIZIONE NEUTRA.
MINUS ULNARE DS, TALE REPERTO E' PARTICOLARMENTE EVIDENTE DELLE PORZIONI POSTERIORI DELL'ARTICOLAZIONE RADIO ULNO DISTALE PER DISMJORFISMO DELLA EPIFISI DISTALE DEL RADIO CHE PRESENTA UNA SUPERFICIE ARTICOLARE CON MAGGIORE INCLINAZIONE DELLA NORMA, SPECIE POSTERIORMENTE. A QUESTO SI ASSOCIA SUBLUSSAZIONE DORSALE DELL'ULA.
I RAPPORTI ARTICOLARI DEL CARPO RIMANGONO, COMUNQUE NEI LIMITI. IN PARTICOLARE NON SI APPREZZANO DEVIAZIONI IN DISI O VISI DEL SEMILUNARE. REGOLARMENTE RAPPRESENTATI GLI ARCHI DEL GILULA.
LO STUDIO DELLA RUD EVIDENZIA:
IN POSIZIONE NEUTRA SI APPREZZA SUBLUSSAZIONE DORSALE A DESTRA, REGOLARE LA CONGRUENZA A SN.
IN PRONAZIONE SI APPREZZA LUSSAZIONE DORSALE DELL'ULNA A DESTRA, SUBLUSSAZIONE A SINISTRA.
A questo punto ci viene suggerito l'intervento, mia figlia ha paura ovviamente, ma se non si opera a cosa si può andare incontro nel tempo??? E se si opera è possibile non poter tornare a fare tutte le cose come prima? Premetto che lei è una musicista!
Grazie per la vostra cortesia e disponibilità, attendo con ansia un vostro parere!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,

purtroppo, nelle forme di lussazione inveterata dell'epifisi distale dell'ulna, l'intervento è l'unica soluzione possibile, a meno che i disturbi non siano modesti e quindi non sia giustificato l'intervento.

E' difficile fare una previsione sul post-operatorio: ogni intervento può dare o meno i risultati che il chirurgo e il paziente si aspettano.

Particolarmente difficile è sbilanciarsi nel caso, come quello di sua figlia, si tratti di un musicista.

Molto dipende dal tipo di intervento che sarà possibile attuare, ma a volte questa decisione viene presa da parte del chirurgo solo durante l'esecuzione dello stesso intervento, a seconda delle maggiori o minori difficoltà tecniche.

Le faccio i migliori auguri per un'ottima risoluzione del problema di sua figlia e per le festività in corso.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la sua celerissima risposta, appena avremo preso una decisione Le farò sapere.
Grazie di nuovo e tantissimi AUGURI DI BUON NATALE
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Sereno Natale e Felice Anno Nuovo anche a lei e famiglia !
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Gent.mo Dottore, ieri mia figlia ha parlato con il chirurgo, il quale le ha detto che grossi problemi non ci dovrebbero essere, che prima lo fa e meglio è, ma che il suo fermo, oltre le 6 settimane di gesso, sarà di altri 2-4 mesi, insomma almeno x un totale di 4 mesi non potrà suonare.... ma è così lunga la questione? Ma di solito non si opera per poter tornare più velocemente alla normalità??? Ovviamente la ragazza è sempre più indecisa poichè i 4 mesi di stop la porterebbero a non fare più niente durante questo anno scolastico!!!
Grazie mille di nuovo dottore e di nuovo Buone Feste!!!
[#5] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Dopo l'intervento (dipende sempre dal tipo di intervento) occorre che si verifichi una "stabilizzazione" dei tessuti prima di poter utilizzare in modo completo l'arto.

Anticipare troppo i tempi costituirebbe un rischio inutile.

L'intervento non viene fatto per tornare più velocemente alla normalità, ma per cercare di restituire un assetto anatomico quanto più vicino a quello originale.

Un pò di attesa prima di riprendera l'attività è assolutamente necessaria.

Di nuovo Auguri e....in bocca al lupo.
[#6] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Di nuovo grazie per la sua gentile risposta, entro lunedi mattina dobbiamo prendere una decisione, perchè l'intervento è poi programmato per il 3 gennaio. Le farò sicuramente sapere cosa decideremo e in caso di operazione i risultati!
Di nuovo Buone Feste!!!
[#7] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dott. Le comunico che l'intervento è stato fatto il 13 gennaio (purtroppo era stato spostato per esigenze del chirurgo) con inserimento di un'ancora per riposizionare la cartilagine e sistemazione di alcuni tendini che si erano spostati. Adesso ha la stecca gessata fino al 28, giorno in cui toglieranno i punti e poi ancora fino al 4 febbraio quando al posto del gesso le faranno un tutore definito "ad orecchio" (non so proprio cosa vuol dire, me lo dice Lei???) per le altre 3 settimane. Alla fine mi sa che è andato tutto per il meglio!!!! La ragazza inizia a stare benino anche se ogni tanto fa un pò male, ma a questo punto si può dire che passerà presto.
Grazie ancora e Le faro comunque sapere il seguito.
[#8] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Siamo giunti alla fase finale: oggi è stato tolto anche il tutore ed è iniziato il ciclo di riabilitazione che entro 1 mese e mezzo porterà alla (quasi) completa ripresa funzionale del polso. Con questo penso di aver concluso tutto l'iter e ringraziando per la cortese attenzione che mi avete accordato, porgo distinti saluti.
[#9] dopo  
Dr. Giorgio Leccese
36% attività
20% attualità
16% socialità
TRANI (BT)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Grazie a lei e....in bocca al lupo !