Utente 186XXX
Gentili medici,

sono un giovane papa' italiano di un bambino di 4 anni. Un paio di mesi fa mia moglie notava al tatto una piccola pallina sulla parte posteriore della gamba sinistra, proprio dietro il ginocchio di nostro figlio. All'inizio non c'e' ne siamo preoccupati piu' di tanto, anche perche' a volte si toccava a volte sembrava che non ci fosse e anche perche' chiedemmo un parere al nostro pediatra che ci disse che quasi certamente si trattava di una ghiandolina, comune a molti bambini.
A distanza di circa 6 mesi, vale a dire adesso, abbiamo notato che la pallina non e' piu' una pallina piccola ma un rigonfiamento piu' grande, allora preoccupati siamo andati da un ortopedico(da premettere che da 6 mesi circa ci siamo trasferiti per motivi familiari e di lavoro in Indonesia, il paese di mia moglie)e ci ha detto che si tratta di una ciste di baker. Alcune settimane fa gli abbiamo anche fatto fare un ecografia, e questa che segue e' la diagnosi che ci hanno dato. Ho provato a tradurla in italiano come potevo, alcune parole latine non le ho potute trovare...speriamo che sia chiara da capire.

-----------------------------------------------------------------------------

DIAGNOSI ECOGRAFIA

Nella fossa poplitea sinistra è presente una ciste di forma ovale longitudinalmente verso l’alto e che misura circa 50 x 20 x 10 mm. Questa ciste ha una parete regolare sottile e intraluminale senza eco. C’è una protrusione visibile della ciste nella zona tra la caput mediale dal m.gastrocnemius e l’m. semimembranosus sinistro.
L’esame Doppler non ha mostrato alcuna vascolarizzazione.

IMPRESSIONI:
Visibile una ciste di forma ovale nella fossa poplitea sulla gamba sinistra corrispondente alla ciste di Baker.

------------------------------------------------------------------------------

Io e mia moglie siamo stati preoccupati, anzi piu' che altro confusi, anche perche' ci hanno detto che l'unica soluzione e' la rimozione chirurgica. Trovandomi all'estero, vorrei un consiglio, per amor di conoscere anche un parere medico italiano, dato che mio figlio avendo 4 anni e' ancora piccolino e questo mi spaventa un po'. Si puo' dire che da quando ho scoperto questa cosa, non mi sento molto sereno...forse come qualunque altro padre che ami il proprio figlio. Cosa ne pensate? Non ci sono altre soluzioni? E' proprio necessario l'intervento chirurgico? Quali consigli(so benissimo che via internet non potete sbilanciarvi piu' di tanto) potete darmi sull'intervento o comunque in che modo debba preoccuparmi? In effetti le dimensioni della ciste non sono proprio piccoline...

Sinceri saluti,
Richard

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Antonio F. A. Cutrupi
28% attività
4% attualità
16% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gent.mo,

stia tranquillo, la rimozione chirurgica qualora la volesse effettuare avviene comunque in anestesia generale e quindi il piccolo amico nostro non sente dolore nè prima nè dopo intervento.

certamente è opportuno monitorarle prima di eseguire qualsiasi cosa.

mi contatti pure per altre informazioni,

auguri di cuore per il nuovo anno.

cordialità.
[#2] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Ma secondo lei questa operazione è urgente? A noi i medici hanno detto che non è urgente, più che altro si deve fare quanto prima per evitare che acquisica dimensioni maggiori, e che comunque prima o poi si dovrà rimuovere. Mio figlio comunque non lamenta alcun fastidio o dolore. Anzi sgambetta e salta con tutta la sua vivacità, come tutti i bambini del resto. Grazie mille per gli auguri e per le informazioni.

Tanti auguri di Buon Anno anche a lei e a tutti i suoi colleghi di questo sito.
[#3] dopo  
Dr. Alessio Bosco
32% attività
0% attualità
12% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Buongiorno,
mi scuso per se rispondo anche dopo un periodo così lungo dall'ultimo Post. La cisti di Baker è un affezione del tutto benigna e non si asporta in alcun caso a meno non si associ ad una forte sintomatologia dolorosa (per altro rara). Gli interventi di asportazione sono pericolosi data la posizione e le sturrure nobili presenti in quella sede (cavo popliteo); in alcuni centri consigliano lo svuotamento/drenaggio ecoguidato, che noi sconsigliamo in quanto data la natura infiammatoria della cisti porta inevitabilmente ad una recidiva.
Le consiglio solo un controllo nel tempo con un ecografia annuale ed un controllo ortopedico pediatrico.
Spero di esserle stato utile.


***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
[#4] dopo  
Utente 186XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per l'ennesima risposta alle mie perplessita'. Attualmente a distanza di mesi dall'ultimo controllo, sembra che il rigonfiamento della ciste si sia arrestato, ovvero al tatto sembra che non sia aumentato ancora nel volume, anzi anche se di poco, a me sembra addirittura meno gonfio. Speriamo che sia veramente cosi anche dopo. Comunque alla prossima ecografia, che sicuramente faremo, vi terro' aggiornati. Grazie mille ancora per i vostri preziosi consigli professionali.

Richard